Navigation

Lo sciuscià novantenne di Caltanissetta

Contenuto esterno

Ogni mattina da 78 anni Giuseppe Romano, che a breve si fregerà del titolo di Cavaliere del lavoro, arriva in Corso Umberto I con i suoi attrezzi professionali e aspetta i clienti. 

Questo contenuto è stato pubblicato il 29 agosto 2021 - 15:00
Dario Lo Scalzo, Rsinews

CaltanissettaLink esterno esiste ancor oggi uno dei mestieri più antichi, quello del lustrascarpe. Ogni mattina, infatti, da ben 78 anni, il novantenne Giuseppe Romano arriva in Corso Umberto I con i suoi attrezzi da lavoro e aspetta che qualcuno si accomodi per farsi lustrare le scarpe.

Intorno agli anni '50, nella centrale piazza nissena esistevano ben 32 sciuscià e si era costretti a distribuire i numeri per potere servire una clientela numerosa e desiderosa di tirare a lucido le proprie scarpe. Allora il signor Romano aveva meno di 13 anni e, insieme ai fratelli, iniziava questo lavoro appreso dal padre. Da quel momento non ha più lasciato quel mestiere né quel luogo caro dove tuttora, da pensionato, siede ogni mattina dalle 7:30 a mezzogiorno.

Sebbene i tempi siano cambiati per via dello spopolamento del capoluogo siciliano e per il ridotto utilizzo di scarpe in pelle, la sua abnegazione gli ha anche valso l’imminente riconoscimento a Cavaliere del Lavoro da parte del Presidente della Repubblica. "Non appena le norme pandemiche lo consentiranno - ci ha detto - mi recherò a Roma".

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.