Navigation

Le Corbusier (finalmente) patrimionio dell'Unesco

tvsvizzera

Diciassette opere dell’architetto svizzero inserite nella lista dei opere mondiali dell’umanità

Questo contenuto è stato pubblicato il 17 luglio 2016 - 21:15

Il Comitato dell'UNESCO ha iscritto domenica l'opera architettonica di Le Corbusier nell'elenco dei patrimoni mondiali dell'umanità. L'annuncio è stato dato dalle Nazioni Unite. La Confederazione in una nota precisa che l'iscrizione comprende 17 oggetti in sette differenti paesi: Francia, Argentina, Belgio, Germania, Giappone, India e Svizzera.

Le Corbusier è diventato qualche anno fa ancora più familiare alla popolazione keystone

Nella patria dell'architetto, ad essere ormai definiti tesori globali sono la Villa Le Lac in riva al lago Lemano, a Corseaux (VD) e l'Immeuble Clarté a Ginevra. La Villa Turque e la Maison Blanche a La Chaux-de-Fonds sono state escluse dal dossier dopo che il Comitato, che aveva ricevuto la proposta di iscrizione di Le Corbusier già nel 2009 e nel 2011, aveva chiesto di rielaborarlo.

Immeuble Clarté, Ginevra keystone

"Le Corbusier creò un nuovo linguaggio architettonico e sviluppò le tecniche di costruzione cercando di rispondere alle esigenze della società moderna", si legge nella nota. "La sua opera opera rappresenta un approccio innovativo in termini di spazi e progettazione che ha esercitato grande influsso sull'edilizia in molte parti del mondo".

Il comunicato della ConfederazioneLink esterno

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?