La televisione svizzera per l’Italia

Le autorità svizzere si uniscono al social media alternativo Mastodon

Immagine dell applicazione online Mastodon.
© Keystone / Laurent Gillieron

Le autorità federali svizzere hanno in programma l'apertura di account di social media su Mastodon, considerato un'alternativa a X, precedentemente noto come Twitter.

Mastodon è una piattaforma online decentralizzata che permette di sfuggire al controllo di un’unica azienda e alla censura statale. I Dipartimenti federali degli affari esteri (DFAE), dell’interno (DFI) e dell’economia, dell’istruzione e della ricerca (DEFR) hanno fatto sapere che apriranno account ufficiali sul server “social.admin.ch”. Anche il portavoce del Consiglio federale André Simonazzi avrà un proprio account ufficiale, ha dichiarato la Cancelleria federale in un comunicato stampa di martedì.

L’iniziativa fa parte di un progetto pilota di un anno, al termine del quale sarà effettuata una valutazione, precisa la Cancelleria. Non influisce sull’uso di altri social network attualmente utilizzati dal Consiglio federale e dall’amministrazione per le loro comunicazioni, come X o Instagram.

La rete Mastodon è stata fondata nel 2016 da un giovane sviluppatore di software tedesco, Eugen Rochko. La differenza principale con una piattaforma come X sta nella sua rete decentralizzata. È costituita da server indipendenti l’uno dall’altro.

“Mastodon è rispettosa della protezione dei dati, perché sono gli operatori delle istanze a decidere cosa succede ai dati degli utenti. A questo proposito sono per lo più trasparenti, limitando la raccolta dei dati al minimo necessario per il funzionamento ed escludendo esplicitamente la vendita e il commercio dei dati”, sottolinea la Cancelleria.

Mastodon ha visto il suo numero di utenti aumentare dopo che il miliardario Elon Musk ha preso il controllo di Twitter. Alcuni utenti del social network un tempo simboleggiato da un uccellino blu temevano un allentamento della politica di controllo dei contenuti, aprendo la strada a messaggi di disinformazione e odio.

Il network lanciato in Germania, tuttavia, rimane relativamente riservato. Sul suo sito, Mastodon parla di 1,7 milioni di utenti attivi. X, da parte sua, ha tra i 200 e i 350 milioni di utenti attivi, secondo le stime.

Attualità

Le cascate del Reno a Sciaffusa.

Altri sviluppi

Le rocce delle cascate del Reno sotto esame

Questo contenuto è stato pubblicato al I geologi misurano le vibrazioni per accertarne la stabilità malgrado l’erosione. Si pensa in particolare alla sicurezza dei turisti.

Di più Le rocce delle cascate del Reno sotto esame
Cozze nel Lago di Costanza.

Altri sviluppi

Specie invasive, una soluzione per le cozze quagga

Questo contenuto è stato pubblicato al La cozza quagga può essere una risorsa naturale da sfruttare come alternativa al cemento o ai comuni fertilizzanti. L'idea di una start-up svizzera.

Di più Specie invasive, una soluzione per le cozze quagga
Soccorritori della Rega.

Altri sviluppi

Alpinista muore sul Cervino

Questo contenuto è stato pubblicato al Un'alpinista è deceduta oggi mentre si trovava sul Cervino. La donna è precipitata per 100 metri morendo sul colpo, riferisce la polizia cantonale vallesana.

Di più Alpinista muore sul Cervino
Un drone nel cielo.

Altri sviluppi

Droni, una campagna per evitare il caos nei cieli

Questo contenuto è stato pubblicato al L'Ufficio federale dell'aviazione civile detta le istruzioni per l'uso corretto degli apparecchi volanti pilotati a distanza.

Di più Droni, una campagna per evitare il caos nei cieli
Una farmacista davanti a una scansia di farmaci.

Altri sviluppi

L’autorizzazione dei medicinali in Svizzera più lenta che in Ue

Questo contenuto è stato pubblicato al L'omologazione di un farmaco in Svizzera, indica uno studio condotto dall'industria farmaceutica e da Swissmedic, richiede in media 249 giorni in più rispetto all'Unione Europea.

Di più L’autorizzazione dei medicinali in Svizzera più lenta che in Ue

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Se volete segnalare errori fattuali, inviateci un’e-mail all’indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR