Navigation

Laghi svizzeri: le regole per la sicurezza

Le vacanze rossocrociate hanno già provocato il decesso di diverse persone, annegate nei numerosi corsi e specchi d’acqua elvetici. Il pericolo non è però esclusivo a chi fa il bagno: un altro importante fattore di rischio – sui laghi in particolare – è il traffico d’imbarcazioni (dalle barchette ai SUP)

Questo contenuto è stato pubblicato il 24 luglio 2021 - 20:39
tvsvizzera.it/mrj

Un traffico che anche quest’anno è particolarmente intenso poiché molte persone hanno deciso di passare le vacanze in patria. Non perché il numero di imbarcazioni sia aumentato, ma perché chi le possiede, le usa molto più del solito.

Contenuto esterno

Vanno però rispettate alcune regole: i bagnanti sono protetti dalla legge e le imbarcazioni , in questa area, si devono muovere lentamente. Superato questo limite, chi nuota deve rendersi visibile, usando un aiuto al galleggiamento voluminoso e colorato, come per esempio le bose solitamente usate per le traversate del lago.

Per quanto riguarda lo stand up paddle (SUP), si può navigare su tutto il lago, ma oltre i 150 metri dalla riva bisogna avere un giubbotto di salvataggio “sulla tavola, ma non indossato” e le direttive prevedono che vi siano iscritti nome, cognome e indirizzo del possessore (in sostituzione della targa). Di sera, inoltre, bisogna munirsi di una luce a 360°.  

Quest’anno, inoltre, va sempre più di moda il kitesurf: chi lo usa deve rispettare sia le norme della navigazione che le direttive dell’aviazione (non possono per esempio essere usati a meno di 3 km dagli aeroporti di Locarno o di Agno).

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.