Navigation

La Turchia reagisce all'attentato di Istanbul con un'offensiva aerea

Contenuto esterno

Ankara ha lanciato un'offensiva aerea contro le forze curde sul confine tra Turchia, Siria e Iraq. Le vittime sono almeno una trentina, stando a un primo bilancio e sarebbero un'ottantina i depositi di munizioni distrutti. L'ipotesi di un'azione militare turca circolava da tempo, ma quella appena lanciata (nominata operazioni "Artiglio di spada") è una vera e propria vendetta per l'attentato della scorsa domenica nel centro di Istanbul, per il quale Ankara accusa il PKK, il Partito dei lavoratori del Kurdistan. Ad essere particolarmente presa di mira è stata la città di Kobane, centro strategico a maggioranza curda che Ankara aveva già tentato di conquistare nei suoi piani volti a stabilire una "zona di sicurezza" lungo il confine tra Siria e Turchia. 

Questo contenuto è stato pubblicato il 21 novembre 2022 - 14:00
tvsvizzera.it/mrj

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?