La televisione svizzera per l’Italia

La Svizzera stanzia altri 1,5 miliardi di franchi all’Ucraina

Il Presidente dell Ucraina Volodymyr Zelensky rilascia le sue dichiarazioni in collegamento video
Giornalisti ascoltano il discorso del Presidente ucraino Volodymyr Zelensky alla Terza tavola rotonda ministeriale per il sostegno all'Ucraina che si tiene mercoledì presso la sede del Gruppo Banca Mondiale a Washington. Keystone / Shawn Thew

Il Ministro degli Esteri svizzero Ignazio Cassis ha sottolineato l'impegno della Svizzera a sostenere a lungo termine l'Ucraina. Il governo ha dichiarato che intende erogare altri 1,5 miliardi di franchi svizzeri (1,7 miliardi di dollari) entro il 2028.

Il sostegno sarà fornito nell’ambito della strategia di cooperazione internazionale per il periodo 2025-2028, ha dichiarato mercoledì il Ministero degli Esteri.

Insieme ai 300 milioni di franchi stanziati per il 2023 e il 2024, la Svizzera sosterrà l’Ucraina con almeno 1,8 miliardi di franchi nei prossimi sei anni.

+ L’aiuto svizzero allo sviluppo raggiunge il record ufficiale, le agenzie di aiuto denunciano “l’illusione”.

Intervenendo alla riunione di primavera del Gruppo della Banca Mondiale (WBG) e del Fondo Monetario Internazionale (FMI) a Washington, Cassis ha anche sottolineato l’importanza della Dichiarazione di Lugano, risultato della prima conferenza sulla ricostruzione dell’Ucraina, tenutasi nella città ticinese nel luglio 2022.

Secondo Cassis, la dichiarazione contiene importanti principi guida per le riforme e la trasparenza, necessari per una ricostruzione sostenibile.

Prima della conferenza Cassis ha incontrato il primo ministro ucraino Denys Shmyhal. Il capo della diplomazia elvetica vuole inoltre sfruttare il suo soggiorno a Washington per stabilire contatti con rappresentanti di alto livello della Banca mondiale e dei Paesi che fanno parte del collegio elettorale della Svizzera nelle cosiddette istituzioni di Bretton Woods (Banca mondiale e FMI).

Strategia americana

Anche il ministro della Giustizia Karin Keller-Sutter e il presidente della Banca nazionale svizzera Thomas Jordan parteciperanno alla conferenza del FMI di venerdì. I due presenteranno “le più recenti misure della Svizzera per salvaguardare la stabilità finanziaria” alla riunione dei ministri delle finanze e dei governatori delle banche centrali del G20, secondo quanto riferito dal Ministero degli Esteri.

La conferenza arriva quasi un mese dopo l’implosione del Credit Suisse, la seconda banca svizzera, che ha portato a una fusione con la rivale UBS su iniziativa del governo.

Il Ministero degli Esteri ha inoltre sottolineato che dal febbraio 2022 il governo persegue una strategia per l’America con la quale “la Svizzera si adopera per un approccio coerente nei confronti del continente americano e per rafforzare la coerenza della politica estera svizzera”.

Nell’ambito dell’attuazione di questa strategia, Cassis si recherà venerdì a Chicago per fare il punto sulla riapertura del consolato generale. La riapertura corrisponde a una richiesta del Parlamento, che aveva chiesto un maggiore sostegno alle imprese svizzere nell’area di Chicago.


Attualità

Manifestazioni contro Netanyahu.

Altri sviluppi

Mandato d’arresto contro i leader israeliani e di Hamas

Questo contenuto è stato pubblicato al Mandati di arresto nei confronti del premier israeliano Benjamin Netanyahu e il suo ministro della Difesa Yoav Gallant come anche del leader di Hamas Yahya Sinwar per "crimini di guerra e crimini contro l'umanità".

Di più Mandato d’arresto contro i leader israeliani e di Hamas
La locomotiva Re 4/4 II

Altri sviluppi

Un’icona svizzera viaggia verso la pensione

Questo contenuto è stato pubblicato al Le locomotive RE 4/4 II dopo oltre 60 anni di apprezzata carriera nei prossimi anni verranno dismesse dalle Ferrovie federali svizzere.

Di più Un’icona svizzera viaggia verso la pensione
I soccorritori sul luogo dell'incidente dell'elicottero in cui viaggiava il presidente Raisi.

Altri sviluppi

Teheran conferma la morte del presidente Raisi

Questo contenuto è stato pubblicato al Il leader iraniano è morto nell'elicottero caduto in una regione montuosa nei pressi del confine con l'Azerbaigian.

Di più Teheran conferma la morte del presidente Raisi
Panoramica del teatro romano di Augusta Raurica, vicino a Basilea.

Altri sviluppi

La vita quotidiana dei romani ad Augusta Raurica

Questo contenuto è stato pubblicato al Nella Giornata internazionale dei musei, rievocazioni e laboratori per imparare a fare il pane o a decorare calici come si faceva duemila anni fa.

Di più La vita quotidiana dei romani ad Augusta Raurica
Elisabeth Baume-Schneider e Carine Bachmann

Altri sviluppi

“Il cinema svizzero può fiorire”

Questo contenuto è stato pubblicato al La consigliera federale Elizabeth Baume-Schneider, presente al Festival di Cannes, si dice fiduciosa per il futuro del cinema rossocrociato.

Di più “Il cinema svizzero può fiorire”

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Se volete segnalare errori fattuali, inviateci un’e-mail all’indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR