Navigation

Patto di ferro tra Washington e Londra

La premier britannica Theresa May è il primo leader straniero ad incontrare il neo eletto presidente degli Stati Uniti Donald Trump, ribadendo uno dei capi saldi più tradizionali delle relazioni transatlantiche, la "special relationship" tra Londra e Washington.

Questo contenuto è stato pubblicato il 27 gennaio 2017 - 18:17
tvsvizzera.it/fra con RSI (TG del 27.01.2017)
Contenuto esterno


L'incontro si è svolto in un momento di inevitabile riposizionamento per entrambi i paesi ai due capi dell'Atlantico, dopo il voto per la Brexit nel Regno Unito e l'elezione di Trump negli Usa.

"Rievocato il binomio Reagan-Thatcher"

End of insertion

L'incontro bilaterale alla Casa Bianca, seguito da una conferenza congiunta - la prima per Donald Trump dal suo insediamento - ha luogo tra nostalgie che evocano il binomio Reagan-Thatcher e curiosità per una nuova "strana coppia" date le smaccate differenze caratteriali tra i due leader. 

I rapporti commerciali sono il nocciolo della questione, oltre il reciproco "riconoscimento diplomatico": Trump con May ha occasione di mostrare che non intende chiudere del tutto l'America in un protezionismo blindato, ma che può e sa scegliere. La premier britannica deve tornare a Londra avendo dimostrato di poter contare ancora e presso l'alleato più importante. La giornata di Theresa May a Washington è cominciata con la consueta cerimonia al cimitero monumentale di Arlington per la deposizione di una corona di fiori presso il monumento al milite ignoto.

Contenuto esterno




Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?