Navigation

La setta del flipper

Scoperto a Milano il luogo segreto dove gli «adepti» si incontrano una volta al mese. È uno scantinato.

Questo contenuto è stato pubblicato il 02 dicembre 2014 - 15:22

Loro stessi, i nostalgici del flipper, ammettono che la loro associazione potrebbe sembrare una setta, dato che il luogo dove si ritrovano è tenuto gelosamente segreto, è noto solo agli iscritti all'associazione, ovvero gli appassionati di questo gioco culto in voga tra gli anni '50 e '80, poi lentamente scomparso dai bar ed entrato nelle pieghe dei ricordi.

L'associazione La Saletta è stata fondata da 2 collezionisti milanesi che possiedono un centinaio di apparecchi flipper, si incontrano con cadenza più o meno mensile in questo luogo «segreto» di Milano e i partecipanti possono, oltre che visitare la collezione, giocare gratuitamente con oltre 80 apparecchi vintage che coprono un periodo che va dal 1930 al 1990.

Il loro scopo, oltre che passare un pomeriggio divertente dove riescono a tornare bambini, è proprio garantire la sopravvivenza di questo "sport", come lo chiamano alcuni di loro.

L'iscrizione all'associazione funziona con il passaparola, ma se solo leggendo queste righe vi è venuta voglia di premere il pulsante laterale per muovere l'aletta e colpire la biglia d'acciaio visitate il sito dell'associazione.Link esterno

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.