Navigation

La moria di api mette in crisi la produzione del dolce nettare

La produzione ha raramente superato i 10 chili per colonia. © Keystone / Gaetan Bally

Crolla la produzione di miele in Svizzera, ma il Ticino per questo 2021 si salva. A preoccupare gli apicoltori locali è la moria di api, legata a un parassita e ai cambiamenti climatici.

Questo contenuto è stato pubblicato il 30 ottobre 2021 - 19:53
tvsvizzera.it/MaMi

Per gli apicoltori, questo 2021 è stato da dimenticare. Nella maggior parte dei cantoni, la produzione di miele non ha infatti superato i 10 chili per colonia. Il Ticino è tuttavia riuscito a salvarsi restando però comunque sotto i 25 chili. 

Tra i responsabili di questo risultato, oltre al gelo e alla pioggia, c'è anche un parassita che ha attaccato le api e compromesso il raccolto il miele. Anche se in maniera meno importante, anche a sud delle Alpi la produzione è diminuita e alcuni mieli rischiano di sparire. Il servizio del Quotidiano.

Contenuto esterno


 

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.