Navigation

L'universo femminile protagonista a Palazzo federale

Folta l'agenda della sessione femminile che si tiene a Berna. Keystone / Peter Klaunzer

La parità di genere è il tema al centro della sessione delle donne che si apre oggi nell'aula del Consiglio Nazionale a Berna in occasione dei 50 anni del suffragio femminile.

Questo contenuto è stato pubblicato il 29 ottobre 2021 - 12:54
tvsvizzera.it/spal con Keystone-ATS

Per due giorni 246 deputate ad interim, provenienti della società civile e di età compresa tra i 17 e i 70 anni, dibatteranno sulle proposte da sottoporre, sotto forma di petizioni, alle due Camere. Le otto commissioni in cui sono state distribuite le partecipanti dovranno elaborare richieste concrete ad ampio raggio, che vanno dal lavoro retribuito e dalla medicina, alla digitalizzazione e ai diritti civili.

Di particolare rilievo si preannunciano le discussioni sul congedo parentale, sugli asili nido e sulle pensioni, spesso ancora inferiori a quelle degli uomini.

Contenuto esterno

In merito alla violenza di genere l'obiettivo è quello di erogare un finanziamento pari allo 0,1% del Pil ai servizi di protezione delle donne e di introdurre la nozione di consenso nel Codice penale.

Non si tratta di un esercizio puramente retorico, ha affermato in proposito la consigliera nazionale liberale Isabelle Moret. Queste petizioni sono destinate ad essere prese sul serio, come del resto già accade con le richieste formulate dalle sessioni giovanili, tanto che alcune di esse si trasformano in interventi parlamentari ordinari.

Il Legislativo negli anni ha visto crescere la rappresentanza femminile, da meno del 20% di 30 anni fa al 42% di oggi alla Camera del popolo. È aumentata quindi anche la sensibilità a questi temi - ricorda Moret - anche se non è ancora raggiunto l'obiettivo fissato dalla prima sessione delle donne nel 1991: quello di avere 100 deputate sotto la cupola di Palazzo. Alle ultime elezioni federali nel 2019 ce l'hanno fatta in 96Link esterno, 84 al Nazionale e 12 agli Stati.

La sessione è organizzata da "Alleanza F"Link esterno, dalla Commissione federale per le questioni femminili, dalle Donne protestanti in Svizzera, dall’Unione svizzera delle donne contadine e rurali, dall’associazione mantello delle organizzazioni femminili di beneficenza e dall’Unione svizzera delle donne cattoliche.

La diretta su youtube della sessione delle donne.

Contenuto esterno


I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.