Navigation

L'Ema raccomanda il farmaco ticinese antiCovid

Ppr Media Relations Ag

L'Agenzia europea per i medicinali ha consigliato l'utilizzo del farmaco contro il coronavirus sviluppato nella Svizzera italiana. 

Questo contenuto è stato pubblicato il 16 dicembre 2021 - 21:02
tvsvizzera.it/MaMi

La cura contro il Covid-19 scoperta in Ticino è stata raccomandata oggi dall'Ema, l'Agenzia europea per i medicinali. L'ente europeo regolatore dei medicinali ha infatti consigliato di utilizzare il farmaco basato sull'anticorpo monoclonale, frutto delle ricerche dell'Humabs Biomed di Bellinzona. Un farmaco efficace anche contro la variante Omicron che è già utilizzato in molti paesi del mondo tra cui la Svizzera. 

Non si tratta, per ora, di un’autorizzazione al 100% ma è un gran passo in avanti. Il comitato per i medicinai dell'Ema ha raccomandato oggi l'autorizzazione complessivamente di due nuovi farmaci per il trattamento del Covid-19. Un è, per l'appunto, l’anticorpo monoclonale Sotrovimab, scoperto nel laboratorio ticinese. L'altro invece è l'antinfiammatorio Anakinra, prodotto dalla Swedish Orphan Biovitrum.

Efficace anche contro Omicron

In una nota, l'Ema ha spiegato che Sotrovimab è indicato per trattare il Covid-19 negli adulti e negli adolescenti dai 12 anni di età e con un peso di almeno 40 chilogrammi, che sono a maggior rischio che la malattia diventi grave. Il farmaco riduce significativamente i ricoveri ospedalieri e recenti studi hanno dimostrato anche l’efficacia contro la variante Omicron.

Si tratta della terza cura a base di anticorpi monoclonali consigliata in Unione europea. Ora il comitato invierà le sue raccomandazioni alla Commissione europea per una rapida decisione di commercializzazione applicabile in tutti gli Stati membri dell'UE. Già oggi, in alcuni Stati UE tra cui l'Italia, è in vigore un'autorizzazione di emergenza.

La Svizzera ha ordinato 3'000 dosi

Sotrovimab è già disponibile in Svizzera: la Confederazione ne ha ordinate 3'000 dosi. Ma nel nostro paese, le autorità competenti per ora lo consigliano per pazienti a rischio, over 80.

Il servizio odierno del TG:

Contenuto esterno


I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?