Navigation

L'antico maglio al giovane maniscalco

Simone Della Ripa, RSI News

In provincia di Varese rivive l'arte della mascalcia con Sergio Bertocchi, che intende difendere e tramandare un mestiere antico.

Questo contenuto è stato pubblicato il 29 luglio 2021 - 10:03
Simone Della Ripa per RSI News

Sergio Bertocchi di Montegrino Valtravaglia (VA), piccolo borgo a ridosso del confine ticinese, fino allo scorso febbraio, con i suoi 23 anni, deteneva “il titolo” di maniscalco più giovane d’Italia. Il giovane professionista è a bottega in uno dei magli più antichi, a Ghirla, la cui forgia funziona ancora grazie all’acqua macinata dalla grande ruota.

Contenuto esterno

Una passione diventata mestiere, la sua, in un Paese che sta perdendo la tradizione per questa nobile arte, quando per rimettere i ferri al cavallo lo portavi ancora nella bottega del maniscalco. Non il contrario.

Bertocchi narra la sua esperienza, gli esordi difficili tra il "den den" del martello sull’incudine, la mancanza oggi in Italia di una vera e propria scuola di mascalcia - c’era un tempo – e il timore che molti possano improvvisarsi a danno degli animali. Lo scorso maggio ha salvato un cavallo gravemente malato, impedendone l’abbattimento, facendolo operare alla Clinica veterinaria di Zurigo grazie anche a una raccolta fondi internazionale.

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.