Navigation

Kabul, la grande paura

Keystone / Jalil Rezayee

Kabul e l’Afghanistan sono di nuovo nelle mani dei Talebani. La loro avanzata è stata rapidissima: l’esercito regolare non ha praticamente opposto resistenza. E mentre gli integralisti conquistavano una provincia dopo l’altra, nella capitale aumentava il senso di smarrimento.

Questo contenuto è stato pubblicato il 22 agosto 2021 - 11:55
tvsvizzera.it/mrj

Di giorno in giorno cresceva la paura che tutte le conquiste sociali e democratiche ottenute negli ultimi 20 anni, soprattutto dalle donne, sarebbero state spazzate via.

Una troupe del programma di approfondimento della RSI Falò è stata a Kabul nei giorni precedenti la resa e ha potuto documentare l’angoscia crescente di una società che sente la scure arrivare su un sogno coltivato con pazienza e determinazione.

Contenuto esterno


I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.