Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Inquilini sorpresi nel sonno Incendio distrugge grattacielo a Londra

(3)

È di almeno 12 persone il bilancio dei morti nel rogo di un grattacielo a Londra, ma il numero delle vittime "è destinato ad aumentare", ha fatto sapere Scotland Yard.

Secondo il sindaco della città Sadiq Khan, ci sono ancora "molte persone che mancano all'appello" fra i residenti della Grenfell Tower, l'edificio di 24 piani incenerito dalle fiamme.

Frattanto, monta la polemica sulla sicurezza dopo il devastante rogo. Si parla sempre più infatti di una tragedia annunciata dal comitato di inquilini, il Grenfell Action Group, che aveva lanciato negli anni numerosi allarmi, rivolgendosi in primo luogo alla ditta proprietaria dell'immobile, la Kensington and Chelsea Tenant Management Organisation, che li aveva rassicurati affermando che era tutto in regola.

La torre era stata sottoposta di recente a un lavoro di ristrutturazione da 8,6 milioni di sterline, fra cui un nuovo rivestimento con materiale isolante, che si era concluso nel maggio 2016.

Ma i residenti avevano avanzato forti dubbi sui lavori, sull'utilizzo massiccio di pannelli in plastica, quindi infiammabili, e sul fatto che i rischi di un incendio del palazzo rimanevano molto alti.

Come se non bastasse le misure antincendio spiegate in appositi cartelli invitavano i residenti a chiudersi in casa e aspettare i pompieri. Non solo, non ha funzionato il sistema antincendio e nemmeno gli spruzzatori che possono contenere la diffusione delle fiamme.

Un fatto simile era accaduto nel 2009 nel sud di Londra, quando era divampato un incendio in un condominio, la Lakanal House, e in quel caso erano morte sei persone.

Ispezioni in torri simili

Il governo britannico ha intanto ordinato ispezioni per valutare la sicurezza antincendio negli edifici simili alla Grenfell Tower dopo la tragedia. È quanto emerge dalla riunione d'emergenza conclusasi poco fa a Whitehall a cui hanno preso parte le autorità coinvolte nella vicenda.

Secondo il sottosegretario Nick Hurd, responsabile per la polizia e i servizi antincendio, i controlli riguarderanno le torri che hanno subito dei lavori di ristrutturazione simili a quelli fatti per l'edificio finito in fiamme a North Kensington.

(2)

 

tvsvizzera/spal con RSI (TG del 14.6.2017)

×