Navigation

Il drone Ingenuity vola su Marte

Ingenuity sulla superficie marziana. Keystone / Nasa/jpl-caltech Handout

Per la prima volta nella storia un velivolo a motore è riuscito a librarsi nell'atmosfera di un altro pianeta.

Questo contenuto è stato pubblicato il 19 aprile 2021 - 20:26
tvsvizzera/ats/spal con RSI (Tg del 19.4.2021)

Lunedì 19 aprile il piccolo elicottero della Nasa Ingenuity, che ha raggiunto Marte lo scorso 18 febbraio all'interno del robot automatico (rover) Perseverance, è decollato dalla superficie marziana effettuando il primo volo controllato su pianeta diverso dalla Terra.

Il drone si è alzato dal suolo di Marte per circa tre metri restando in volo per 30 secondi; quindi è sceso verso la superficie e si è posato sul suolo, in un volo durato complessivamente 39,1 secondi.

Contenuto esterno

"Questo è solo il primo grande volo", ha detto la responsabile della missione di Ingenuity MiMi Aung, non appena al Jet Propulsion Laboratory (Jpl) della Nasa sono arrivate le prime immagini che confermavano il successo, la cui portata è confrontabile a quella del primo volo dei fratelli Wright. Un'analogia che la Nasa ha sottolineato da subito, considerando che a bordo del drone c'è un frammento di tela dell'ala dell'aereo dei fratelli Wright.

Pesante due chilogrammi, con quattro zampe, una fusoliera che è una sorta di scatola delle dimensioni di circa 20 centimetri per 16 per 14, Ingenuity ha rotori in fibra di carbonio lunghi poco più di un metro ed è equipaggiato con antenne, un pannello solare, sensori e telecamere.

Dopo avere allungato le sue quattro zampe verso suolo di Marte, il 6 aprile l'elicotterino si era sganciato dal rover e, dopo una fase di adattamento al clima rigido del pianeta, i primi test e un problema tecnico rapidamente risolto, finalmente nella notte fra il 18 e il 19 aprile il Jpl ha inviato i comandi per il volo, previsto alle 9.31 svizzere del 19 aprile.

La prima immagine arrivata, in bianco nero, è stata quella dell'ombra di Ingenuity su Marte catturata in automatico dalla telecamera del drone. Altre immagini a colori sono attese quando l'elicottero marziano si sarà riposato abbastanza per ricaricare le sue batterie, alimentate dai pannelli solari. Il volo è stato filmato anche dal rover Perseverance, che ha inviato a Terra un breve video, dalla distanza di circa 60 metri.

Ulteriori dati e nuove immagini del primo volo di Ingenuity sono attesi nell'arco dei prossimi tre giorni marziani, ognuno dei quali dura circa 40 minuti in più rispetto al giorno terrestre. Sulla base di questo materiale, rileva la Nasa, si prevede di organizzare un secondo volo sperimentale non prima del 22 aprile. Se il drone elicottero supererà anche questo secondo test, il gruppo di lavoro responsabile della missione metterà a punto le caratteristiche ottimali per ulteriori voli.

Contenuto esterno


Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.