Navigation

Informazioni meteo più precise grazie alla nuova stazione di Leuk

Antenna parabolica della stazione vallesana di Leuk. © Keystone / Jean-christophe Bott

Una delle due nuove stazioni di ricezione dei dati dei satelliti meteorologici europei vede la luce a Leuk, nel Canton Vallese.

Questo contenuto è stato pubblicato il 06 maggio 2022 - 21:11
tvsvizzera/spal con Keystone-ATS

È stata inaugurata venerdì a LeukLink esterno una nuova stazione di ricezione satellitare che raccoglierà i dati inviati dai satelliti meteorologici di ultima generazione che verranno lanciati nello spazio alla fine di quest'anno.

L'Organizzazione europea per l'esercizio dei satelliti meteorologici (EUMETSAT)Link esterno - di cui fa parte anche la Svizzera in qualità di membro fondatore - entro la fine del 2022 metterà infatti in orbita attorno alla Terra il primo satellite della terza generazione (Meteosat Third GenerationLink esterno). In una nota l'Ufficio federale di meteorologia e climatologia ha spiegato che queste sonde svolgono un ruolo decisivo per l'elaborazione delle previsioni meteorologiche, il miglioramento delle allerte di maltempo e lo studio dei cambiamenti climatici.

Contenuto esterno

In futuro, i nuovi dati che la stazione vallesana riceverà - e che poi trasmetterà alla sede di EUMETSAT a Darmstadt, in Germania - attraverso le sue tre antenne di 6,5 metri, consentiranno di sorvegliare l'attività temporalesca con una frequenza ben inferiore al minuto, ottimizzare il potenziale per lo sfruttamento dell'energia solare, nonché verificare la qualità dei modelli numerici di previsione meteorologica. In termini numerici la quantità di dati, specifica sempre il comunicato, sarà circa più di dieci volte superiore a quella attuale.

In concreto questo si tradurrà in informazioni sulla Svizzera ogni 500 metri al posto degli attuali 4 chilometri quadrati. Riguardo alla risoluzione temporale si avranno informazioni ogni 2,5 minuti al posto degli attuali 15.

Contenuto esterno

Tra gli attesi miglioramenti nelle previsioni, che rende possibili la sofisticata tecnologia di cui sono dotati questi apparecchi, figura la tempestiva e dettagliata tracciabilità dei movimenti delle celle temporalesche e precise informazioni su fulmini, nebbia e radiazioni solari.

Il consigliere federale Alain Berset, presente all'inaugurazione della stazione vallesana, ha rimarcato l'importanza della collaborazione europea nell'ambito dei satelliti meteorologici. EUMETSAT fornisce oggigiorno immagini e dati ai 30 paesi membri, fra cui la Svizzera che si fa carico del 3,5% dei costi dell'agenzia.

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?