La televisione svizzera per l’Italia

In Svizzera aumentano i radicalismi di sinistra e di destra

arresto di una persona sdraiata faccia a terra
Non solo simpatizzanti del jihad: in Svizzera aumentano anche gli estremismi di sinistra e di destra. © Keystone / Michael Buholzer

Presentato martedì a Berna il secondo piano nazionale per prevenire e combattere l'estremismo violento.  

Il primo piano nazionale svizzero per prevenire l’estremismo violento era nato nel 2017, quando il terrorismo jihadista era considerato una delle maggiori emergenze in Europa. Da allora molte cose sono cambiate. Anche se la radicalizzazione jihadista rimane una minaccia, ha spiegato ai microfoni della Radiotelevisione della Svizzera italiana (RSI) il delegato di Rete integrata Svizzera per la sicurezza Martin Von Muralt, oggi “ci sono altre minacce altrettanto importanti, come l’estremismo di sinistra, quello di destra e quello cosiddetto monotematico”. Ovvero, gruppi che rifiutano lo stato di diritto e alcuni fondamenti della democrazia. “Possiamo immaginare che se un domani lo Stato dovesse implementare  misure in caso di penuria di energia elettrica, ci potrebbero essere reazioni negative molto simili a quelle che abbiamo visto durante la pandemia”. Esperte ed esperti si concentrano quindi su più fronti, nell’ambito del secondo piano nazionale di prevenzione, finanziato fino al 2027.  

+ Radicalismo, una segnalazione al mese in Ticino

A preoccupare in modo particolare è l’età sempre più bassa dei soggetti radicalizzati. La ragione? “È difficile capire esattamente il perché. I giovani sono molto presenti sui social e in questo tipo di media si trovano messaggi brevi, messaggi binari, che tendono a polarizzare e a veicolare un pensiero radicale”, aggiunge Von Muralt. 

Ci sono però alcuni segnali che possono essere colti in anticipo. Tra questi il fatto di “sentirsi sempre una vittima, essere vicini alle teorie del complotto o ancora parlare male di altri gruppi”, spiega la Segretaria generale della Conferenza delle direttrici e dei direttori cantonali delle opere sociali Gaby Szöllösy.  

Un soggetto radicalizzato è molto difficile da recuperare completamente. Si punta quindi sulla prevenzione, nelle scuole e altrove, aiutando ragazze e ragazzi a sviluppare competenze come “la riflessione critica e la capacità di raccontare narrative diverse”, conclude Szöllösy. 

Contenuto esterno


Attualità

Soccorritori a bordo del fiume dove sono scomparsi i due bus.

Altri sviluppi

Due bus travolti da una frana in Nepal, 66 persone disperse

Questo contenuto è stato pubblicato al Due autobus su cui viaggiavano 24 e 42 persone sono improvvisamente stati travolti da una frana e sono precipitati in un fiume. L’incidente è avvenuto venerdì a Simaltal, a circa 120 chilometri a ovest della capitale del Nepal, Kathmandu.

Di più Due bus travolti da una frana in Nepal, 66 persone disperse
L'impalcatura crollata.

Altri sviluppi

Crolla un’impalcatura a Prilly vicino a Losanna, morte tre persone

Questo contenuto è stato pubblicato al Due persone sono morte venerdì mattina nel crollo di un'impalcatura a Prilly, ad ovest di Losanna. Quattro persone sono rimaste gravemente ferite e altre cinque hanno riportato lesioni minori.

Di più Crolla un’impalcatura a Prilly vicino a Losanna, morte tre persone
Una vettura della polizia di San Gallo.

Altri sviluppi

Un uomo ferisce con un machete cinque persone a San Gallo

Questo contenuto è stato pubblicato al Un uomo di 34 anni ha ferito ieri sera con un machete cinque persone, alcune delle quali gravemente, all'interno e all'esterno di un condominio di San Gallo.

Di più Un uomo ferisce con un machete cinque persone a San Gallo
Il learning center del politecnico federale di Losanna.

Altri sviluppi

Le rette dei politecnici federali triplicheranno per gli stranieri

Questo contenuto è stato pubblicato al Per gli studenti stranieri frequentare i politecnici di Losanna e Zurigo sarà decisamente più caro. Il Consiglio dei Politecnici federali (PF) in accordo con il Parlamento vuole triplicare le tasse di iscrizione.

Di più Le rette dei politecnici federali triplicheranno per gli stranieri
Giorgio Armani.

Altri sviluppi

I novant’anni dello stilista Giorgio Armani

Questo contenuto è stato pubblicato al Nato a a Piacenza nel 1934, Armani è a capo di un gruppo fieramente indipendente, simbolo del made in Italy. Lo stilista italiano è ancora deciso a rimanere alla guida del gruppo, sebbene il momento di lasciare le redini si avvicina sempre di più.

Di più I novant’anni dello stilista Giorgio Armani
Case distrutte in Val Bavona.

Altri sviluppi

Danni per maltempo stimati fino a 200 milioni

Questo contenuto è stato pubblicato al Il maltempo che da metà giugno a inizio luglio si è abbattuto sulla Svizzera, in particolare sul Ticino e il Vallese, ha causato danni assicurati per un totale di 160-200 milioni di franchi.

Di più Danni per maltempo stimati fino a 200 milioni
Tutti gli invitati al vertice della Nato davanti alla Casa Bianca per la foto di rito.

Altri sviluppi

Dalla Nato 40 miliardi di euro in aiuti militari all’Ucraina

Questo contenuto è stato pubblicato al I Paesi della Nato si sono impegnati a dare all'Ucraina almeno 40 miliardi di euro in aiuti militari "entro il prossimo anno" per sostenerla nella guerra contro la Russia.

Di più Dalla Nato 40 miliardi di euro in aiuti militari all’Ucraina
Il ponte distrutto dal maltempo vicino a Cevio in Vallemaggia.

Altri sviluppi

La strategia per meglio allertare la popolazione passa dal telefonino

Questo contenuto è stato pubblicato al La Confederazione ha presentato la sua nuova strategia per informare meglio la popolazione in caso di pericolo. Oltre ai tradizionali allarmi diffusi via app, radio o tramite sirene, in futuro verrà introdotto un nuovo sistema di allerta.

Di più La strategia per meglio allertare la popolazione passa dal telefonino

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Se volete segnalare errori fattuali, inviateci un’e-mail all’indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR