Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

In pillole La settimana in Svizzera

L'entrata del Giornale del popolo con la direttrice Alessandra Zumthor
(Keystone)

Il responsabile della diplomazia svizzera Ignazio Cassis è convinto che l'Onu ostacoli l'integrazione dei palestinesi che vivono nei campi in Giordania a Libano. Una notizia che arriva nel giorno dell'annuncio che lo storico Giornale del Popolo chiude i battenti. Intanto in Svizzera si tema la volontà di Ergodan di offrire corsi di lingua, religione e cultura turca nella Confederazione, mentre tre esponenti del Consiglio centrale islamico sono sotto processo a Bellinzona con l'accusa di propaganda a favore del terrorismo. Ma c'è anche un po' da sorridere: un ragazzo travestito da supereroe viene malmenato e fermato dalla polizia a Lugano perché dissimulava il volto.

Gli aiuti dell'Agenzia dell'ONU per i rifugiati ostacolano l'integrazione dei palestinesi, che ormai da anni vivono nei campi in Giordania e Libano. Lo ha affermato il consigliere federale Ignazio Cassis al termine di un viaggio nella regione. Fintanto che i palestinesi vivranno in campi profughi, continueranno a sperare un giorno di rientrare in patria. Ma questo non è realistico


Il Giornale del Popolo di Lugano, appartenente alla Curia luganese, chiude i battenti. L'annuncio scioccante è arrivato giovedì. Per mancanza di liquidità la società ha depositato i bilanci lasciando a piedi una trentina di persone.

Decisione della Curia di Lugano Chiude in Ticino il Giornale del Popolo

Dopo una storia quasi centenaria, il Giornale del Popolo di Lugano chiude i battenti. Lo comunica la curia vescovile, proprietaria unica del giornale.

Questo contenuto è stato pubblicato il 17 maggio 2018 16.00


Nell'ambito di un programma educativo ad ampia scala, lo Stato turco vuole offrire dei corsi di lingua, religione e cultura turca in Svizzera. I nuovi corsi non hanno nulla a che vedere con quelli di "lingua e cultura d'origine" (Lco) che già ora si tengono per i figli di immigrati, inquadrati nell'offerta scolastica svizzera e che sottostanno al controllo dei cantoni.

Educazione A scuola da Erdogan?

Ankara vorrebbe estendere la sua influenza sugli alunni di origine turca in Europa tramite corsi scolastici in diversi paesi tra cui la Svizzera, ...

Questo contenuto è stato pubblicato il 14 maggio 2018 9.27


Tre dirigenti del Consiglio centrale islamico della Svizzera sotto processo al Tribunale penale federale di Bellinzona con l'accusa di propaganda a favore del terrorismo. Il presidente del Consiglio Nicolas Blancho, il responsabile della comunicazione Qaasim Illi - entrambi 34enni svizzeri convertiti all'Islam - e il 26enne "produttore culturale" dell'organizzazione Naim Cherni, un tedesco residente a Berna, devono rispondere dell'accusa di aver violato la legge federale che vieta i gruppi terroristici al-Qaida e Stato islamico nonché le organizzazioni associate.

Tribunale penale federale Consiglio centrale islamico svizzero, al via il processo

Il processo nei confronti di tre membri del comitato del Consiglio centrale islamico svizzero è cominciato mercoledì presso il Tribunale penale ...

Questo contenuto è stato pubblicato il 16 maggio 2018 13.08


Sembra uno scherzo ma non lo è. Due ragazzi di Lugano sono stati fermati dalla polizia perché uno di essi dissimulava il volto con una maschera del suo supereroe preferito: "Stavamo camminando verso la macchina e abbiamo sentito le sirene. Per ridere ho detto al mio amico: 'Guarda che ti stanno venendo a prendere'". I due si recavano alla prima di "Deadpool" al Palacinema di Locarno.

Brutta disavventura Smascherato e multato supereroe a Lugano

Stava andando alla prima a Locarno di "Deadpool". Mascherato come il suo eroe, un giovane del luganese è stato fermato dalla polizia perché ...

Questo contenuto è stato pubblicato il 16 maggio 2018 18.28


Parole chiave

Horizontal line TVS

Horizontale Linie


subscription form

Inscrivez-vous à notre newsletter gratuite et recevez nos meilleurs articles dans votre boîte mail.

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.







Neuer Inhalt

Facebook Like-Box