Navigation

In Iran vince il candidato ultraconservatore

Contenuto esterno

Secondo i primi dati parziali resi noti dal ministero dell'Interno, Ebrahim Raisi, il candidato ultraconservatore alle presidenziali in Iran, si aggiudica 17,8 milioni di voti, pari al 62%.

Questo contenuto è stato pubblicato il 19 giugno 2021 - 13:15
tvsvizzera.it/MaMi con Keystone-ATS

Altri 3,3 milioni vanno ad un altro conservatore, Mohsen Rezai, 2,4 milioni di voti al moderato Abdolnasser Hemmati e meno di un milione al deputato conservatore Amirhossein Hashemi-Ghazizadeh.

Secondo questi dati sono stati scrutinati finora 28,6 milioni di voti, pari ad un'affluenza del 48,5%. Non è stato precisato quanti sono i voti ancora da scrutinare e quindi quale sarà il dato finale dell'affluenza.

Stando alla televisione di Stato, il presidente uscente Hassan Rohani ha incontrato Raisi, che entrerà in carica il 3 agosto, anche se il risultato finale ufficiale non è ancora stato annunciato. 

Rohani, citato dall'agenzia Irna, ha detto di sperare che nei restanti 45 giorni del suo mandato si creerà "una situazione migliore, compresa la revoca delle sanzioni Usa e una riduzione della diffusione del Covid per lasciare una migliore atmosfera al prossimo governo".
 

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.