Navigation

Non solo Trump al WEF di Davos

Contenuto esterno


Questo contenuto è stato pubblicato il 16 gennaio 2018 - 19:12
tvsvizzera/spal con RSI (TG del 16.1.2018)

Non ci sarà solo Donald Trump al Forum economico di Davos (WEF): al vertice grigionese, in calendario tra il 23 e il 26 gennaio, sono infatti attesi, tra la settantina di capi di Stato e di governo, il presidente francese Emmanuel Macron, la prima ministra inglese Theresa May, il premier indiano Narendra Modi - che terrà il discorso d'apertura -, il presidente della Commissione Ue Jean-Claude Juncker, il premier italiano Paolo Gentiloni e cinque consiglieri federali svizzeri su sette.

La 48esima edizione del World Economic Forum, ha spiegato a Ginevra il suo presidente e fondatore Klaus Schwab, ruoterà attorno al tema "creare un futuro comune in un mondo diviso”.

Il mondo di oggi, ha detto in conferenza stampa Klaus Schwab, “è fratturato dalla crescente competizione tra le nazioni e dalle profonde divisioni all'interno delle società" e per questo motivo è “più che mai indispensabile un'azione concertata, collaborativa e integrata" tra i paesi. E proprio per questo motivo, ha continuato il promotore della manifestazione, “una collaborazione globale sarà decisiva durante l'anno in corso: ecco perché è essenziale avere con noi Trump”.

Se da un lato l’amministrazione statunitense sarà rappresentata ai più alti livelli, come quella dei loro alleati in Medio Oriente dell’Arabia Saudita - che parteciperanno al WEF con 14 ministri – dall’altro vi saranno delle assenze significative. Non è infatti previsto l’arrivo di leader russi e anche la cancelliera Angela Merkel, impegnata in difficili trattative per la formazione del nuovo governo tedesco, diserterà ancora una volta l’appuntamento internazionale.

Tra le personalità dello spettacolo spiccano invece i nomi del cantante britannico Elton John e dell'attrice australiana Cate Blanchett. Il presidente USA Trump terrà il suo discorso alle 14 del 26 gennaio.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.