Navigation

Il TrenHotel diretto a Expo 2015 fermo al semaforo

Il consiglio comunale di Chiasso deciderà lunedì 27 febbraio se dare il via libera al progetto voluto dal Municipio in collaborazione con le FFS

Questo contenuto è stato pubblicato il 21 febbraio 2014 - 20:53

Quattro carrozze per i servizi alberghieri. Sei vagoni letto con nove scompartimenti a sei posti ciascuno, per un totale di 324 posti letto. Durante l'expo 2015 di Milano il comune di Chiasso in collaborazione con le FFS vorrebbe posizionarli nei pressi della stazione. Il progetto è stato presentato oggi a Zurigo: attirare i visitatori dell'esposizione in Ticino è una priorità anche per Svizzera Turismo.

Si calcola che saranno 20 milioni i visitatori di Expo 2015, 500 mila provenienti dalla Svizzera. Un'occasione che anche le FFS hanno voluto cogliere, mettendo a disposizione le infrastrutture necessarie per il TrenHotel. Ora che il credito da parte del comune è in forse, le FFS sono preoccupate.

"Il progetto è stato voluto e ideato dal comune di Chiasso, noi collaboriamo alla sua realizzazione, ma non ne siamo i committenti. Inoltre non vogliamo immischiarci nella politica comunale".

Lunedì sera il consiglio comunale di Chiasso dovrà esprimersi sullo stanziamento del credito di 3,2 milioni di franchi e la commissione della gestione si è spaccata, con un rapporto di minoranza che sottolinea il rischio finanziario per il comune. Per il Municipio e per la maggioranza della Gestione invece il credito potrà facilmente rientrare.

Solo lunedì quindi si saprà se il TrenHotel potrà partire. Rimarrebbe comunque aperto il rischio di referendum che potrebbe farlo deragliare definitivamente.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.