La televisione svizzera per l’Italia

Il Tour de France in Ticino non s’ha da fare

ciclisti fotografati dall alto, tra le foglie di un albero
La maglia gialla, almeno per ora, non passerà dal Ticino. Copyright 2022 The Associated Press. All Rights Reserved

Il "la" all'edizione 2027 del Tour de France avrebbe potuto essere ticinese, ma il Governo cantonale ha deciso, per motivi finanziari, di non investire i 5 milioni necessari per l'organizzazione di questo evento. 

Il Governo ticinese ha respinto la proposta di organizzare nel cantone sudalpino la partenza del Tour de France 2027. Un rifiuto motivato dai costi: servirebbero 5 milioni di franchi per assicurare lo svolgimento dell’evento, ma la situazione economica attuale (come pure l’incertezza riguardo a quella futura) e la necessità di pareggiare i conti delle casse cantonali non permettono una spesa di questa portata.

La proposta era stata lanciata da un gruppo di appassionati capitanati dal presidente della direzione di BancaStato Fabrizio Cieslakiewicz, che, venuti a conoscenza della decisione, si sono detti estremamente delusi, anche perché nel Cantone ci si lamenta sempre più spesso di un calo del turismo, che con questo evento sarebbe sicuramente aumentato.

“Per tre giorni saremmo stati al centro del mondo e avremmo fatto parlare di noi, mostrando le nostre bellezze”, ha dichiarato ai microfoni della Radiotelevisione della Svizzera italiana RSI Antonio Ferretti, uno dei co-promotori della candidatura ticinese. Ogni città che ha accolto il Grand Départ ha potuto chiaramente quantificare dei grandi vantaggi finanziari: “Per ogni euro investito c’è un ritorno di tre euro”, ha aggiunto Ferretti.

Contenuto esterno

Quest’anno la gara ciclistica partirà da Bilbao, l’anno prossimo da Firenze. Non si sa ancora, invece, a chi sarà ora conferito l’onore di organizzare le partenze 2025, 2026 e, dopo il rifiuto ticinese, 2027. In passato c’è stata una sola partenza rossocrociata: da Basilea nel 1982.

Il presidente del Consiglio di Stato Raffaele De Rosa lascia comunque un barlume di speranza. Non è un “no” categorico, ma potrebbe essere un “per ora no”: “Non escludiamo che in futuro si possa rivalutare la nostra posizione, una volta risolta la situazione finanziaria

Si tratta del secondo “no” governativo per motivi finanziari, dopo che è stata rifiutata anche la partecipazione del Ticino come cantone ospite all’OLMA di San Gallo, ossia la fiera svizzera dell’agricoltura e dell’alimentazione, per la quale sarebbe stato necessario oltre un milione di franchi.

Attualità

Manifestanti eritrei sulla Piazza federale.

Altri sviluppi

Gli eritrei manifestano per i loro diritti in Svizzera

Questo contenuto è stato pubblicato al Le e i partecipanti hanno contestato a Berna i ventilati respingimenti verso Stati terzi e l'obbligo del passaporto per l'ottenimento del permesso di soggiorno.

Di più Gli eritrei manifestano per i loro diritti in Svizzera
Due pompieri osservano la portata del Rodano nei pressi di Sierre.

Altri sviluppi

Maltempo, situazione in lento miglioramento in Vallese

Questo contenuto è stato pubblicato al Nonostante il lieve calo delle acque del Rodano e dei suoi affluenti, il livello di allarme e lo stato d'emergenza non vengono revocati.

Di più Maltempo, situazione in lento miglioramento in Vallese
Bimbi attorno a un cratere formato dalle bombe israeliane.

Altri sviluppi

Bombe vicino alla Croce Rossa a Gaza

Questo contenuto è stato pubblicato al L'esercito israeliano è tornato a bombardare pesantemente Gaza la scorsa notte: i morti sono almeno 22 e i feriti 45.

Di più Bombe vicino alla Croce Rossa a Gaza
Due veicoli della polizia in centro a Zurigo.

Altri sviluppi

‘ndrangheta, indagate tre persone residenti in Svizzera

Questo contenuto è stato pubblicato al L'Antimafia di Catanzaro chiede assistenza giudiziaria a Berna nell'ambito di un'indagine sulla cosca Maiolo, perquisizioni a Zurigo, Berna e Turgovia.

Di più ‘ndrangheta, indagate tre persone residenti in Svizzera
Interventi nei pressi della centrale idroelettrica a Vissoie nella val d'Anniviers (Vallese).

Altri sviluppi

Maltempo, sfollate 230 persone in Vallese

Questo contenuto è stato pubblicato al Il cantone bilingue è la zona più colpita da frane e inondazioni dovute alle intense precipitazioni di questi giorni. Zermatt isolata a causa degli smottamenti e dell'esondazione della Vispa. Preoccupano i corsi d'acqua delle valli laterali.

Di più Maltempo, sfollate 230 persone in Vallese
Donna in carrozzina.

Altri sviluppi

L’80% delle stazioni accessibili alle persone disabili

Questo contenuto è stato pubblicato al I recenti interventi di adeguamento negli scali ferroviari e alle fermate periferiche hanno migliorato l'agibilità degli stessi ma non sono stati rispettati gli obiettivi legali.

Di più L’80% delle stazioni accessibili alle persone disabili
I legali della potente famiglia Hinduja, Nicolas Jeandin (sinistra) e Robert Assael, che hanno preannunciato ricorso.

Altri sviluppi

La potente famiglia Hinduja condannata per usura

Questo contenuto è stato pubblicato al Il Tribunale di Ginevra infligge pesanti pene detentive a quattro componenti della ricchissima famiglia indiana per aver sfruttato i domestici, pagati tra i 200 e i 400 franchi al mese.

Di più La potente famiglia Hinduja condannata per usura
Rishi Sunak

Altri sviluppi

Sul Partito conservatore britannico si abbatte lo scandalo scommesse

Questo contenuto è stato pubblicato al A due settimane dalle elezioni, il partito del premier Rishi Sunak non solo è dato ai minimi storici, ma è anche scombussolato dalle dimissioni di direttore della campagna elettorale Tony Lee, coinvolto nello scandalo delle scommesse fatte sulla data del voto.

Di più Sul Partito conservatore britannico si abbatte lo scandalo scommesse
Zermatt

Altri sviluppi

Rischio esondazioni, Zermatt tagliata fuori dal mondo

Questo contenuto è stato pubblicato al Da venerdì mattina, la località turistica ai piedi del Cervino è inaccessibile. A causa del rischio di esondazione del torrente Vispa, nessun treno circola tra Visp e Zermatt, che non è raggiungibile neppure via strada a causa di smottamenti nella località.

Di più Rischio esondazioni, Zermatt tagliata fuori dal mondo

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Se volete segnalare errori fattuali, inviateci un’e-mail all’indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR