Navigation

Il premier sudanese si dimette

Contenuto esterno

Il primo ministro in carica sudanese ha rassegnato le proprie dimissioni dopo l’ennesima giornata di proteste pro-democrazia represse dai militari. Due i morti e i feriti si contano a decine.

Questo contenuto è stato pubblicato il 03 gennaio 2022 - 16:47

Da mesi ormai migliaia di persone scendono nelle strade di Khartoum e nel resto del Paese denunciando la presa del potere militare in ottobre. Ora il primo ministro Abdalla Hamdok ha gettato la spugna. "Ho deciso di annunciare le mie dimissioni, aprendo la strada a un altro uomo o donna, espressione del popolo del nostro generoso Paese, per portare avanti la leadership del nostro amato Stato" ha dichiarato Hamdok, insediatosi nel 2019 dopo un compromesso con gli stessi militari che rovesciarono il generale Omar al-Bashir. Avrebbe dovuto portare il Paese a elezioni libere nel 2023.


I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?