Navigation

Il killer della 'ndrangheta che viveva a Lugano

Cosa ci fa un sicario della ‘ndrangheta, la potente mafia calabrese, in Ticino? Dall’inchiesta delle autorità italiane emerge un quadro inquietante delle attività di Gennaro Pulice nel nostro Paese. 

Questo contenuto è stato pubblicato il 10 giugno 2017 - 11:24
Maria Roselli e Marco Tagliabue, RSI
Contenuto esterno


Ammontava a 45 milioni di euro la somma che il pluriomicida doveva riciclare dalla sua base di Lugano. Immobili, società e soprattutto una fitta rete di soci, Falò, il settimanale di approfondimento della RSI si è messo sulle sue tracce e ha ricostruito ogni mossa del sicario in Svizzera.

Gennaro Pulice ha vissuto indisturbato per due anni a Viganello, quartiere popolare di Lugano, con regolare permesso di soggiorno.

Ospite della trasmissione, in collegamento da Berna, il Procuratore generale della Confederazione Michael Lauber.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.