Navigation

McDonald's in Vaticano

Dopo polemiche e minacce varie, alla fine il ristorante McDonald's di Borgo Pio, a pochi metri dal colonnato di San Pietro, ha aperto i battenti. E questo nonostante i tanti appelli di residenti e prelati. Ma il locatore è il Vaticano stesso.

Questo contenuto è stato pubblicato il 05 gennaio 2017 - 17:54
tvsvizzera.it/fra con RSI (TG del 05.01.2017)
Contenuto esterno

Sembra dunque che il vecchio detto "pecunia non olet" valga anche a Città del Vaticano. Nonostante le tante proteste dei giorni scorsi, l’agenzia vaticana che sovrintende il patrimonio immobiliare dello stato pontificio, ha infine approvato il contratto di locazione e il ristorante ha dunque aperto tranquillamente i battenti la scorsa settimana senza nessuna protesta pubblica.

Anzi c'è chi lo apprezza molto. C'è però anche chi, in nome della protezione dei centri storici (il fast food è nella zona patrimonio Unesco), non vede di buon occhio l'arrivo in Vaticano del ristorante fast food americano. 

Ricorso

L'ultima parola spetterà al Tribunale amministrativo del Lazio che dovrà pronunciarsi sul ricorso del comitato per la salvaguardia del Borgo.


Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.