germania Il dopo-Merkel resta un rebus

Giornalisti attendono all esterno del Konrad-Adenauer-Haus a Berlino dove i conservatori cercano un intesa.

Giornalisti attendono all'esterno del Konrad-Adenauer-Haus a Berlino dove i conservatori cercano un'intesa.

Keystone / Michael Kappeler

Nessun accordo per il momento tra i leader di Cdu e Csu, Armin Laschet e Markus Söder, su chi sarà il candidato alla Cancelleria dell'alleanza di centro-destra alle elezioni d'autunno. Decisive le prossime ore.

Il centrodestra tedesco rimane diviso sulla nomina di un leader che succeda ad Angela Merkel in autunno. Domenica sera, al contrario di quanto ci si attendeva, non è stato raggiunto nessun compromesso.

La competizione interna per guidare i conservatori nelle elezioni parlamentari del 26 settembre è tra il presidente del partito cristiano-democratico (CDU) della cancelliera, Armin Laschet, e il presidente del suo alleato bavarese (CSU), Markus Söder.

Il primo ha il vantaggio di essere il capo del più grande dei due partiti e di essere sostenuto dai principali dirigenti della formazione politica; tuttavia il suo indice di popolarità nell'opinione pubblica è basso, ampiamente superato da quello del suo rivale.

Secondo un recente sondaggio della ARD (la TV nazionale tedesca), il 44% dei tedeschi ritiene che Markus Söder sia il più idoneo a guidare i conservatori alle elezioni di settembre (quando Angela Merkel lascerà dopo 16 anni alla guida del Paese), contro il 15% di Laschet.

Le "primarie" tra i due uomini, inizialmente non dichiarate, si sono trasformate nell'ultima settimana in un'opposizione frontale, che minaccia di dividere definitivamente il campo conservatore tedesco.

Domenica, i due contendenti avrebbero dovuto raggiungere un accordo ma così non è stato visto anche che Söder è sempre più riluttante a cedere il passo dopo aver incassato il sostegno dei giovani della CDU e di alcuni leader del partito. Se non ci sarà accordo di qui a martedì, potrebbero essere i deputati dei rispettivi partiti a decidere chi dei due la spunterà.


Parole chiave