La televisione svizzera per l’Italia

I volti dei e delle senzatetto in mostra a Milano

senzatetto in piedi avvolto da una coperta. il suo volto non si vede. los angeles
Jeffries dà un volto agli emarginati anonimi della società. Foto illustrativa. Keystone / Hans Gutknecht

Si tiene in questi giorni a Milano una mostra dove sono esposte 50 scatti del fotografo inglese Lee Jeffries.

Il fotografo inglese Lee Jeffries, autodidatta, da sempre ritrae gli emarginati e i poveri che vivono per strada. I suoi scatti divenuti ormai iconici, dallo stile drammatico e crudo, sono ora esposti al Museo diocesano di Milano. 

La sua vita è cambiata nel 2008, nel giorno in cui scattò una fotografia di una giovane ragazza seduta per terra. Rimproverato per averlo fatto senza autorizzazione, si fermò a parlare con lei, a interrogarla sul suo passato e sul perché di quella vita in strada. Da allora Jeffries ha documentato fotograficamente le vite di centinaia di persone senza dimora, passando dai viali di Los Angeles a quelli di Londra, dalle strade di Parigi ai vicoli di Roma o Milano.

E proprio nel capoluogo lombardo si sta tenendo una mostra al Museo diocesano, dove sono esposte 50 sue immagini. Si tratta di ritratti ravvicinati di uomini, donne e bambini che vivono ai margini della società.

Contenuto esterno


“Non è un’impresa facile”, ha spiegato l’artista ai microfoni della Radiotelevisone della Svizzera italiana. Il suo criterio di scelta, racconta, è l’emozione: si aggira spesso in luoghi frequentati dai e dalle senzatetto e quando sui loro volti vede un’espressione che lo intriga, si ferma a discutere con loro e, se lo accettano, li fotografa.

“Queste persone non sono persone belle. Se le incontriamo per strada”, dice la curatrice della mostra Barbara Silbe, “a volte ci scostiamo e fingiamo di non vedere. Lui [il fotografo, ndr] invece ci trascorre del tempo, fino ad arrivare allo scatto finale, che è il momento della comunicazione, quando il fotografo e il soggetto abbassano le difese e si fidano l’uno dell’altro”.

“Penso che abbiamo sempre della diffidenza verso i senzatetto. Queste fotografie sfidano chi le guarda. Provocano e richiedono a chi le osserva di provare qualcosa”, spiega Jeffries. “A livello umano queste fotografie possono aiutare a capire chi vive per strada”.

Attualità

Joe Biden

Altri sviluppi

Biden ha il Covid

Questo contenuto è stato pubblicato al Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha contratto l'infezione ma assicura di sentirsi bene. La notizia rischia però di far aumentare la pressione per un suo possibile ritiro dalla corsa elettorale

Di più Biden ha il Covid
La presidente Viola Amherd (a destra) con alcuni partecipanti al vertice della Comunità politica europea.

Altri sviluppi

Viola Amherd al quarto vertice della Comunità politica europea

Questo contenuto è stato pubblicato al Si è aperto oggi al Blenheim Palace di Woodstock, comune del sud dell'Inghilterra nei pressi di Oxford, il quarto vertice della Comunità politica europea (CPE).

Di più Viola Amherd al quarto vertice della Comunità politica europea
Container al porto fluviale di Basilea.

Altri sviluppi

Ripresa del commercio estero svizzero

Questo contenuto è stato pubblicato al Dopo un inizio d'anno poco dinamico le esportazioni sono tornate a crescere con vigore nel secondo trimestre.

Di più Ripresa del commercio estero svizzero
Il Tribunale penale federale a Bellinzona.

Altri sviluppi

Algerino rinviato a giudizio per terrorismo

Questo contenuto è stato pubblicato al Per la Procura federale il presunto militante dello Stato Islamico (ISIS), la cui domanda d'asilo in Svizzera era stata respinta, progettava un attentato in Francia.

Di più Algerino rinviato a giudizio per terrorismo
Traffico veicolare in una città svizzera.

Altri sviluppi

Radar anti-rumore a Ginevra

Questo contenuto è stato pubblicato al La Confederazione ha testato lo scorso anno nella città di Calvino alcuni nuovi apparecchi, nell'ambito di un progetto pilota che ha lo scopo di sanzionare in modo più efficace il rumore eccessivo sulle strade.

Di più Radar anti-rumore a Ginevra
prigionieri di guerra salgono su un bus.

Altri sviluppi

Scambio di prigionieri tra Mosca e Kiev

Questo contenuto è stato pubblicato al Russia e Ucraina hanno liberato 95 prigionieri di guerra a testa, a meno di un mese dal precedente scambio.

Di più Scambio di prigionieri tra Mosca e Kiev

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Se volete segnalare errori fattuali, inviateci un’e-mail all’indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR