Navigation

I talebani vietano alle donne di lavorare

Contenuto esterno

È salito a cinque il numero di organizzazioni non governative internazionali che hanno sospeso le loro attività in Afghanistan, dopo che sabato il Governo talebano aveva imposto il divieto alle donne di lavorare per questi enti. Il motivo? Vi sarebbero state alcune gravi lamentele sul fatto che il personale femminile non indossava regolarmente il velo islamico. Tra le ONG coinvolte c'è anche il Consiglio norvegese per i rifugiati, una delle più grandi attive sul territorio, che impiegava quasi 500 donne. Intanto si moltiplicano gli appelli a Kabul affinché riveda la sua decisione.

Questo contenuto è stato pubblicato il 27 dicembre 2022 - 09:15
tvsvizzera.it/mrj

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?