La televisione svizzera per l’Italia

I Reichsbürger fanno proseliti anche in Svizzera

Blitz della polizia tedesca lo scorso 22 marzo a Reutlingen, nel Baden-Württemberg.
Blitz della polizia tedesca lo scorso 22 marzo a Reutlingen, nel Baden-Württemberg. Keystone / Marijan Murat

Anche in Svizzera vi sono seguaci del movimento di estrema destra tedesco Reichsbürger, che si oppongono allo Stato democratico e la polizia federale (fedpol) sta monitorando il fenomeno.

Alla fine di marzo 2023, nel Cantone di San Gallo sono state effettuate perquisizioni domiciliari nelle abitazioni di due presunti aderenti al movimento e il Ministero pubblico della Confederazione (MPC) ha aperto un procedimento penale contro gli accusati, sospettati di sostenere un’organizzazione criminale o terroristica.

Operazione che si è svolta in parallelo ad analoghi blitz effettuati dalle autorità tedesche che hanno condotto interventi di polizia in tutto il Paese: in totale sono state perquisite più di 20 proprietà in otto Stati tedeschi e in Svizzera.

Al momento non si dispongono conoscenze approfondite sulla ramificazione dell’organizzazione nella Confederazione, che sono diventati più visibili in seguito alla recente pandemia.

Ascesa con la pandemia

Le recenti retate contro i cosiddetti Reichsbürger in Germania hanno acceso i riflettori anche su gruppi analoghi che in Svizzera si oppongono allo Stato. Secondo le autorità di polizia essi sono diventati più visibili, soprattutto dopo la pandemia di Covid ma non se ne conosce ancora la reale consistenza.

Dal profilo giuridico in Svizzera non esiste una definizione di diritto penale per le persone che rifiutano di essere membri dello Stato o seguaci dei “Reichsbürger”, ha precisato la Procura federale che valuta i vari casi esclusivamente sulla base di aspetti penalmente rilevanti, come ad esempio il sospetto di partecipazione o sostegno a un’organizzazione terroristica.

In Germania i “cittadini del Reich”, stimati in circa 23’000 militanti, non riconoscono la legittimità della Repubblica federale tedesco, ritenuta como uno Stato fantoccio imposto dai vincitori della Seconda guerra mondiale, mentre si rifanno al Reich che ha governato la Germania dal 1875 al 1945.

In Svizzera alcuni casi hanno suscitato scalpore, come quello del sedicente membro dell’autoproclamato “popolo indigeno dei Germaniti”, che si è opposto strenuamente (ma senza successo) al pignoramento del salario da parte dell’ufficio di recupero crediti del distretto di Frauenfeld TG.

Tentativo di golpe lo scorso dicembre in Germania

I seguaci del movimento “Germaniti”, che è stato fondato in Germania circa 15 anni fa, si rifiutano di riconoscere lo Stato e la sua sovranità giuridica e in alcuni casi si rifiutano di pagare le tasse o le multe: le loro motivazioni sono molto simili a quelle del movimento dei “Reichsbürger”. Tra di loro vi sono neonazisti ma anche monarchici e funzionari conservatori degli attuali apparati statali.

Lo scorso 7 dicembre le autorità tedesche hanno disposto la perquisizione e l’indagine di 52 esponenti (di cui 25 sono finiti in manette) dell’organizzazione terroristica “unione patriottica”, riconducibile ai Reichsbürger, con l’accusa di stare pianificando un attacco al Bundestag.


Attualità

La droga sequestrata dalla polizia di Berna.

Altri sviluppi

Maxi sequestro di droga a Berna

Questo contenuto è stato pubblicato al Durante retate svolte questa settimana nei cantoni di Berna e Friburgo le forze dell'ordine hanno sequestrato circa una tonnellata di hashish e marijuana e arrestato diverse persone. Le indagini sono ancora in corso.

Di più Maxi sequestro di droga a Berna
Passeggeri in attesa all'aeroporto.

Altri sviluppi

Tilt informatico, problemi anche in Svizzera

Questo contenuto è stato pubblicato al Colpito soprattutto il traffico aereo a Zurigo-Kloten e il settore energetico, risparmiate invece le banche e la Borsa.

Di più Tilt informatico, problemi anche in Svizzera
Nemo all'ultima edizione dell'Eurovision Song Contest.

Altri sviluppi

L’Eurovision a Ginevra o Basilea

Questo contenuto è stato pubblicato al Scartate le candidature di Zurigo e Berna/Bienne. La sede della prossima edizione della seguitissima manifestazione canora continentale sarà decisa il prossimo mese.

Di più L’Eurovision a Ginevra o Basilea
Militari impegnati a Cevio (Valle Maggia)

Altri sviluppi

Maltempo, prorogato l’intervento dell’esercito in Ticino

Questo contenuto è stato pubblicato al L’Esercito prolunga fino al 28 luglio l’impiego di aiuto militare in caso di catastrofe in Ticino per poter concludere la costruzione del ponte a Cevio e ripristinare le strade di Val Bavona e Lavizzara.

Di più Maltempo, prorogato l’intervento dell’esercito in Ticino
Abbé Pierre

Altri sviluppi

Accuse di abusi sessuali contro l’Abbé Pierre

Questo contenuto è stato pubblicato al Sette donne, tra cui una minorenne ai tempi dei fatti contestati, sostengono di aver subito molestie sessuali, per lungo tempo, da parte del celebre presbitero francese.

Di più Accuse di abusi sessuali contro l’Abbé Pierre
Joe Biden

Altri sviluppi

Biden ha il Covid

Questo contenuto è stato pubblicato al Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha contratto l'infezione ma assicura di sentirsi bene. La notizia rischia però di far aumentare la pressione per un suo possibile ritiro dalla corsa elettorale

Di più Biden ha il Covid
La presidente Viola Amherd (a destra) con alcuni partecipanti al vertice della Comunità politica europea.

Altri sviluppi

Viola Amherd al quarto vertice della Comunità politica europea

Questo contenuto è stato pubblicato al Si è aperto oggi al Blenheim Palace di Woodstock, comune del sud dell'Inghilterra nei pressi di Oxford, il quarto vertice della Comunità politica europea (CPE).

Di più Viola Amherd al quarto vertice della Comunità politica europea

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Se volete segnalare errori fattuali, inviateci un’e-mail all’indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR