Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

I numeri della nuova galleria Boom di treni e passeggeri sotto il San Gottardo

Nei primi otto mesi di esercizio nella galleria di base del San Gottardo sono transitati 2,3 milioni di passeggeri (+30% rispetto alla "vecchio" tunnel) e circa 17'000 treni merci, secondo quanto hanno reso noto oggi le Ferrovie federali svizzere a Goldau (SZ).

(1)

Servizio sul bilancio di FFS

Per il futuro lungo l’asse nord-sud le FFS promettono novità, tra le quali migliori collegamenti per Locarno e un treno superveloce Zurigo-Milano con fermata a Lugano. Una tappa fondamentale, in questo ambito, sarà l’inaugurazione a fine 2020 del nuovo tunnel del Monte Ceneri che, in combinazione con quello del San Gottardo, renderà l'attraversamento delle Alpi assolutamente pianeggiante con ripercussioni sull’offerta di trasporto.

Ma già con il cambiamento d'orario del 10 dicembre 2017 la linea attraverso le Alpi presenta delle novità: da Basilea e Lucerna verrà introdotto un collegamento giornaliero mattutino per Locarno e nel traffico internazionale verrà introdotto il collegamento trinazionale Francoforte–Svizzera–Milano.

Inoltre un EuroCity, che già ora collega direttamente il sabato e la domenica Zurigo a Venezia, da fine 2017 circolerà tutti i giorni della settimana. E le Ferrovie federali progettano di introdurre un nuovo collegamento rapido da Zurigo a Milano con fermate a Lugano e Como. Attualmente è in fase di studio un concetto per il "Superveloce", che dall'apertura della galleria di base del Monte Ceneri potrebbe ridurre i tempi di percorrenza fra i due centri a circa 2 ore e 45 minuti.

Qualche problema resta a livello della puntualità: diversi EuroCity da Milano continuano ad arrivare a Chiasso in ritardo, anche se generalmente spesso è possibile recuperare prima di Arth-Goldau grazie alle "riserve di orario pianificate".

La puntualità dei clienti per l'intero traffico viaggiatori (traffico a lunga percorrenza e traffico regionale nella Regione Sud) attualmente si attesta all'87,5% (2016: 81%). La puntualità di coincidenza ad Arth-Goldau è del 97,4% (2016: 94,4%). Nel traffico nazionale è stato possibile contenere le ripercussioni sulla puntualità grazie al treno sostitutivo stazionato in Ticino.

Un’ultima menzione riguarda il successo del Ticino Ticket, introdotto a inizio gennaio 2017 per consentire ai turisti di spostarsi liberamente coi trasporti pubblici in tutto il cantone e di usufruire di facilitazioni per ferrovie di montagna, viaggi in battello verso le principali attrazioni del Ticino. Finora ne hanno già approfittato circa 250’000 persone.

 

 

 

tvsvizzera/spal con RSI (TG del 2.8.2017)

×