Navigation

Ho bisogno di libertà, libertà, libertà.

Antonella Ruggiero in una breve intervista tra una prova e l'altra

Questo contenuto è stato pubblicato il 22 aprile 2015 - 11:34

Raccontare in poche righe la straordinaria, unica, vertiginosa traiettoria artistica di Antonella RuggieroLink esterno è impresa davvero ardua. Non fosse per la ricchezza della materia musicale trattata, la bontà dei risultati ottenuti, la curiosità umana e artistica e l'apertura mentale che la qualificano e le hanno permesso di conoscere, approfondire e sperimentare la grande bellezza musicale a 360°

Dai celeberrimi Matia Bazar alla musica sacra, dall'Opera ai classici della tradizione dei musical di Broadway, passando per i canti della montagna o quelli ebraici l'universo musicale di Antonella Ruggiero non ha limiti.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.