Navigation

Incidenti simulati per truffare le assicurazioni

Mettevano in scena dei finti incidenti per truffare le assicurazioni. Otto garagisti sono finiti in carcere in Ticino. 

Questo contenuto è stato pubblicato il 01 febbraio 2017 - 19:32
tvsvizzera/Zz con RSI (Quotidiano del 01.02.2017)
Contenuto esterno

Danni creati in officina, in strada o addirittura inesistenti per ottenere i rimborsi illeciti dalle assicurazioni. La polizia cantonale ticinese ha arrestato 10 persone, 8 delle quali si trovano ancora in carcere, con l’accusa di truffa e falsità in documenti.

Sarebbero 5 le officine o carrozzerie coinvolte, e i danni ammonterebbero a centinaia di migliaia di franchi. Gli accusati (titolari, ma anche dipendenti o venditori) avrebbero agito con la complicità dei proprietari delle automobili, non ancora interpellati dalla dalle forze dell'ordine.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.