Fuori concorso A Venezia 77 "Paolo Conte, via con me"

Paolo Conte al Jazz Festival di Montreaux nel 2018.

Il documentario su Paolo Conte è stato girato da Giorgio Verdelli.

Keystone/ Valentin Flauraud

Il film documentario diretto da Giorgio Verdelli arriva in anteprima nella sezione Fuori Concorso della 77. Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia. Il documentario approderà nei cinema italiani il 28 settembre.

Per raccontare un personaggio eclettico come Paolo Conte, il regista Giorgio Verdelli - tra i maggiori esperti a livello internazionale di musica - ha scelto la voce narrante di Luca Zingaretti.

Il documentario parte da una lunga intervista che lo stesso Verdelli fece a Paolo Conte. Dal racconto del cantautore astigiano escono personaggi, canzoni e vicende umane che ci accompagnano in una scoperta continua tra il noto e l’inedito, tra le storie, i versi e le canzoni di Conte. Verdelli ha inoltre attinto al patrimonio dell’archivio personale di Conte.

Non mancano le testimonianze, da Benigni a Capossela, da Jannacci a Arbore. Ma anche di persone meno attese come la cantante Jane Birkin o il regista Patrice Leconte. Non manca neppure il fratello, Giorgio Conte.

Paolo Conte assente

Dopo aver sperato fino all'ultimo di poter raggiungere il Lido, Paolo Conte sarà un grande assente del finale di Venezia 77. All'artista, che al documentario di Giorgio Verdelli a lui dedicato ci tiene moltissimo, è stato sconsigliato da un punto di vista medico di esporsi a situazioni
in qualche modo a rischio per la salute.

Così è stato costretto a rinunciare a presenziare alla prima dell'11 sera del film alla quale era attesissimo.

Il documentario è stato visto in anteprima dal nostro corrispondente dall'Italia:


tvsvizzera.it/fra con RSI

Parole chiave