Navigation

Mercante d'arte svizzero a processo

Il miliardario zurighese Urs E. Schwarzenbach compare oggi al tribunale distrettuale di Bülach nel canton Zurigo per contestare una multa di 4 milioni di franchi inflittagli dalla Direzione generale delle dogane per aver importato illegalmente opere d'arte in Svizzera. Il processo dovrebbe durare due giorni.

Questo contenuto è stato pubblicato il 28 novembre 2017 - 10:46
tvsvizzera.it/fra con RSI
Contenuto esterno


Secondo le dogane, il 69enne è colpevole di ripetuta evasione dell'imposta sul valore aggiunto (IVA). Il finanziere, albergatore e collezionista in 123 occasioni ha contrabbandato oggetti e in 27 ha fornito dichiarazioni con un valore d'imposizione troppo basso. Sull'arco di diversi anni ha introdotto illegalmente in Svizzera un valore complessivo di almeno 130 milioni di franchi. I casi di contrabbando sarebbero ancora più numerosi, ma quelli precedenti al 2009 sono oramai caduti in prescrizione.

Arretrati per oltre 10 milioni di franchi

L'indagine delle dogane ha appurato che Schwarzenbach deve pagare arretrati di IVA per 10,1 milioni di franchi più gli interessi. A ciò si aggiunge la multa di 4 milioni da lui contestata.

Schwarzenbach possiede un patrimonio stimato a circa 1,5 miliardi di franchi. Nel 1991 aveva preso domicilio in Inghilterra, dove tra l'altro nel 2007 aveva acquistato un intero villaggio. Lo scorso febbraio si è appreso che si è di nuovo trasferito a Küsnacht, sulle rive del lago di Zurigo, suo comune d'origine, apparentemente su consiglio del suo avvocato.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.