Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Figuraccia delle autorità Restauro del Big Ben, preventivo raddoppiato

(1)

Servizio del TG sulla revisione del preventivo per il restauro del Big Ben a Londra.

Ha smesso di suonare da poco più di un mese, ma il preventivo del restauro del Big Ben è già raddoppiato. Rimettere a nuovo l’orologio simbolo di Westminster e la torre che sorge all’angolo nordorientale del palazzo del Parlamento, costerà 61 milioni di sterline e non 29.

Le impalcature della mega-operazioneLink esterno non sono neppure completate, quando ci si accorge dell’errore. Le autorità britanniche, con “disappunto”, hanno annunciato sabato che restaurare il Big Ben costerà ben più di quanto inizialmente previsto.

L’impennata da 29 milioni a 61 (circa 69 milioni di euro anziché 33) è imputata a una valutazione imprecisa effettuata dai funzionari prima dell’assegnazione dell’appalto.

Verifiche “più dettagliate” al meccanismo dell’orologio e alla struttura della Elizabeth Tower, che ha 160 anni, hanno imposto una revisione del preventivo a un minimo di 44 milioni. Il fondo di riserva per gli imprevisti è passato da 5,8 a 17,2 milioni di euro.

Alta 96 metri, realizzata in stile neogotico in piena età vittoriana, la Elizabeth Tower (torre del Big Ben) è uno dei simboli della capitale del Regno Unito.

Il nome, originariamente, si riferiva alla campana più grande; si è poi esteso all'orologio. Completato nel 1858, da oltre 150 anni scandisce con i suoi solenni rintocchi la vita dei sudditi di Sua Maestà.

Fine della finestrella

Le autorità hanno comunque formalizzato l’incarico alla ditta assegnataria. Il Big Ben non suonerà fino al 2021 ma a riempire il silenzio penseranno le polemiche, assicurate.

tvsvizzera.ti/ri con RSI (TG del 30.09.2017)

Horizontal line TVS

Horizontale Linie


subscription form

Abbonamento alla newsletter

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

Neuer Inhalt

Facebook Like-Box

×