Navigation

Fiere, la rinascita dell'Olma dopo la pandemia

Guy Parmelin con un piccolo ospite della fiera sangallese. Keystone / Gian Ehrenzeller

La tradizionale e storica fiera agricola ha preso il via a San Gallo, dove per dieci giorni oltre 400 espositori promuoveranno i loro prodotti.

Questo contenuto è stato pubblicato il 07 ottobre 2021 - 21:00
tvsvizzera.it/spal con Keystone-ATS

In apertura il presidente della Confederazione Guy Parmelin ha sottolineato l'importanza dell'Olma come luogo di incontro, scambio e dialogo "fra giovani e anziani, fra città e campagna, fra agricoltori e consumatori".

Il consigliere federale ha inoltre osservato come, durante la pandemia, una parte della popolazione abbia modificato i propri comportamenti nei consumi, favorendo prodotti locali e di qualità. E questo ha mostrato come "l'economia agricola e alimentare svizzera sia resistente alle crisi", ha sottolineato Guy Parmelin.

Contenuto esterno

Il presidente ha anche esternato una riflessione sui cambiamenti climatici che incidono sull'agricoltura: fenomeni meteorologici estremi di cui abbiamo avuto varie manifestazioni quest'anno "e che potrebbero avvenire con maggiore frequenza e in modo più violento in futuro".

In questo senso il settore primario, ha continuato il responsabile federale dell'economia, è colpito da questi cambiamenti e ne è in parte la causa ma può far parte anche della soluzione, come dimostra ad esempio la possibilità di immagazzinare carbonio, permettendo di arrivare all'obiettivo del saldo netto zero delle emissioni ad effetto serra.

Il numero di espositori di quest'edizione, di cui è ospite d'onore il Canton Sciaffusa, è di un terzo inferiore al 2019, l'ultima che si è celebrata, e gli organizzatori si attendono anche un calo dei visitatori (360'000 nel 2019), che quest'anno sono ammessi solo se in possesso del green pass.

Ma la prospettiva non preoccupa molto i responsabili della più importante fiera della Confederazione che si svolge dal 1943 a San Gallo. Su un'area adiacente sono infatti in corso di edificazione nuovi spazi destinati ad accogliere gli operatori del settore nei prossimi anni.


I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.