Navigation

Fiamme sul confine, evacuata Indemini

Elicottero impegnato nelle operazioni di spegnimento sui monti del Gambarogno (Ticino) Keystone / Samuel Golay

Una ventina di persone, le cui abitazioni non distano molto dall'incendio divampato domenica, sono state sgomberate nella frazione di Indemini (Gambarogno, Canton Ticino), al confine con la Val Veddasca (Alto Varesotto).

Questo contenuto è stato pubblicato il 31 gennaio 2022 - 09:46
tvsvizzera.it/spal

In precedenza un'altra decina di persone era stata fatta allontanare dalle località Ri, Pezze e Boè. Il valico stradale è stato chiuso a titolo precauzionale. Le fiamme, alimentare dalla siccità e dal vento che spira sulla regione sta impegnando a fondo i pompieri che da un giorno sono al fronte, con l'ausilio anche di alcuni elicotteri.

Nonostante il loro intervento l'incendio ha ripreso forza nel corso del pomeriggio di domenica e anche per lunedì le previsioni indicano raffiche di vento che rischiano di complicare le operazioni. In allerta anche i pompieri sull'altro lato della frontiera che presidiano la zona e collaborano con i colleghi elvetici.

Contenuto esterno

Vista la penuria di acqua disponibile in prossimità del fronte del fuoco è stato autorizzato preventivamente il prelievo dall'invaso del vicino Lago d'Elio gestito dall'Enel.

Intanto l'acqua utilizzata dagli elicotteri – lunedì è stato inviato un sesto velivolo nella zona interessata - viene garantita dalle vasche ad alta captazione della falda di Sant'Abbondio, secondo quanto hanno comunicato le squadre di soccorso lunedì mattina.   

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?