Navigation

Fiamme dalla California alla Siberia

Contenuto esterno

Dopo giorni di siccità, forti venti e temperature record, una serie di incendi sta devastando i boschi nel nord della California.

Questo contenuto è stato pubblicato il 19 luglio 2021 - 22:04

Da venerdì i roghi hanno guadagnato rapidamente terreno, lasciandosi alle spalle solo cenere. La stagione degli incendi è dunque arrivata in anticipo quest'anno: di solito il picco è infatti fra agosto e settembre. Quest'anno invece le fiamme hanno iniziato a divampare già a inizio luglio e fino ad ora si sono portate via oltre 105mila acri. 
E anche nello Stato dell'Oregon gli incendi hanno distrutto vaste aree di bosco e la situazione resta difficile da gestire a causa del vento. Circa duemila persone hanno dovuto lasciare le loro case. 

Situazione simile in Siberia è confrontata con un'estate insolitamente arida. Il fuoco sta distruggendo i boschi e il fumo ha invaso una cinquantina di località, preoccupando la popolazione. Anche qui vento, siccità e caldo stanno alimentando gli incendi. 

Da sabato invece anche la Spagna lotta contro le fiamme, soprattutto nella provincia La Rioja. Il fuoco non è ancora sotto controllo, perché il forte vento anche qui rende difficile il lavoro dei pompieri.

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.