Navigation

Festa del papà doppia in Kung Fu Panda

I ruoli paterni nella storia del cinema

Questo contenuto è stato pubblicato il 19 marzo 2016 - 21:35

Dopo lo scalpore che ha suscitato la doppia paternità raccontata nel terzo episodio del film di animazione Kung Fu Panda, dove il protagonista scopre di avere ben due genitori maschili, ci si può interrogare su come è cambiato nel cinema questa importante figura nel giorno della Festa del Papà.

Il terzo capitolo della citata saga vede infatti il buon Po che finalmente trova il suo padre naturale ma non ci pensa proprio a scaricare il genitore adottivo che si era curato di lui.

In passato si sono distinte sulla celluloide le figure del padre corleonese interpretato da Marlon Brando che nel Padrino disponeva per tutta la famiglia o il padre fragile e tenero Dustin Hoffman in Kramer contro Kramer.

Ma che dire del ghigno sadico di Jack Nicholson che insegue con l'ascia il figlio nel labirinto innevato dell'hotel Overlook in Colorado nella scena finale di Shining? Mentre Robin Williams in Mrs Doubtfinere si è travestito addirittura da donna, diventando una sorta di mamma, per continuare a frequentare i suoi tre bambini.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.