Navigation

Expo: arresti a Milano

Antonio Acerbo ansa

L'ex manager della manifestazione, Antonio Acerbo, in manette su ordine della procura

Questo contenuto è stato pubblicato il 14 ottobre 2014 - 11:05

Antonio Acerbo, l'ex commissario delegato di Expo 2015 e responsabile del Padiglione Italia di Expo, è finito agli arresti domiciliari nell'ambito dell'inchiesta della procura di Milano con l'imprenditore Domenico Maltauro, cugino di Enrico, e Andrea Castellotti, manager della società Tagliabue.

Ad Acerbo circa un mese fa era stata notificata un'informazione di garanzia con l'accusa di corruzione e turbativa d'asta. Reati, secondo l'accusa, commessi a Milano fra il 2012 e il luglio del 2013 in relazione all'appalto per le Vie d'acqua (vedi articolo correlato).

Sotto la lente degli inquirenti erano finiti alcuni contratti di consulenze sospette, tra cui quello fatto ottenere al figlio da circa 30mila euro.

ats/redMM

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.