Navigation

Esplosione in un albergo in Alto Adige, tra i 9 feriti anche degli svizzeri

Foto d'archivio. Vigili del fuoco

Nove feriti, di cui uno in gravi condizioni, sono il bilancio di un incendio avvenuto ieri sera a seguito di una esplosione in un hotel a 5 stelle in Alto Adige. Fra i feriti figurano anche cittadini svizzeri.

Questo contenuto è stato pubblicato il 15 ottobre 2021 - 10:09
tvsvizzera.it/MaMi con Keystone-ATS

L'incidente è avvenuto mentre il custode dell'albergo Mirabell ad Avelengo stava ricaricando una stufa a bioetanolo in una suite. Dopo l'esplosione la stanza ha preso fuoco nel giro di pochissimi secondi. Con ustioni su tutto il corpo, il dipendente della struttura, un ucraino di 49 anni, è stato trasportato in elicottero all'ospedale di Bolzano per poi essere trasferito al reparto grandi ustioni di Padova.

Gli altri feriti - italiani, svizzeri, austriaci e albanesi - non sono gravi e sono stati portati in ospedale a Merano con sintomi di intossicazione da fumo.

L'esplosione è avvenuta in una suite all'ultimo piano dell'albergo, una struttura prestigiosa e moderna. Sono intervenuti circa cento vigili del fuoco volontari della zona, la Croce bianca, le forze dell'ordine e gli elicotteri Aiut Alpin Dolomites e Pelikan. Il rogo è stato spento tempestivamente.

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.