Navigation

Donne in grigioverde per sfatare un pregiudizio

Il servizio militare in Svizzera è ancora obbligatorio. La maggior parte dei giovani però sta optando per il servizio civile e l'esercito si trova ora in difficoltà. In controtendenza ci sono le donne. Nonostante non siano obbligate a prestare servizio, aumenta ogni anno il numero di ragazze che volontariamente affrontano il servizio militare.

Questo contenuto è stato pubblicato il 30 giugno 2018 - 13:36
Francesca Luvini, Falò RSI
Contenuto esterno


Donne in grigioverde. Gli uomini si tirano indietro, le donne si fanno avanti. Questo sembra essere oggi l’atteggiamento nei confronti dell’esercito in Svizzera. Infatti, mentre in generale il numero degli effettivi diminuisce, quello delle donne che indossano il grigioverde aumenta. 

Almeno così è stato negli ultimi due anni e il 2018 conferma questa tendenza. Cosa spinge le donne a fare questa scelta? Cosa immaginano di trovare e cosa temono del servizio militare? Come sono viste dai commilitoni maschi? E come valutano la presenza femminile i vertici dell’esercito? A Falò le testimonianze di alcune aspiranti reclute e di soldatesse già arruolate.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.