Navigation

Due architetti ticinesi a Costantinopoli

Copyright 2020 The Associated Press. All Rights Reserved

I fratelli Gaspare e Giuseppe Fossati di Morcote salirono alla ribalta nell'Ottocento per il restauro di Santa Sofia e l'edificazione di altre opere.

Questo contenuto è stato pubblicato il 06 ottobre 2021 - 09:48
tvsvizzera.it/spal

Lo scorso fine settimana a Istanbul si è tenuto un evento internazionale per commemorare due architetti di Morcote: i fratelli Gaspare e Giuseppe Fossati, saliti alla ribalta a metà dell’Ottocento nell’allora Costantinopoli per aver restaurato la basilica bizantina di Santa Sofia. A promuovere l’evento è stata l’ambasciata svizzera in Turchia.

Un’occasione per noi di scoprire anche altre opere dei fratelli Fossati nella città sul Bosforo, come la chiesa dei santi Pietro e Paolo, ancora oggi un punto di riferimento importante per l’antichissima comunità italo-levantina.

La chiesa, come molte Turchia, è nascosta ai passanti; è stata costruita nel 1843 e per un secolo e mezzo è stata il fulcro della vita dei levantini e fino a pochissimi anni fa la messa era celebrata in italiano.

Contenuto esterno


I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.