Navigation

Il ritorno di Roger Federer

Roger Federer non delude le attese. Nella 29esima edizione della Hopman Cup 2017, il 35enne fuoriclasse di Basilea, assente dai campi di gioco dallo scorso luglio, vince e convince.

Questo contenuto è stato pubblicato il 02 gennaio 2017 - 17:49
tvsvizzera.it/fra con RSI (TG del 02.01.2017)
Contenuto esterno


"King Roger" ha superato 6-3 6-4 il britannico Daniel Evans senza cedere mai il servizio e mostrando di essere in buone condizioni fisiche. Roger Federer, che ritorna alla Hopman Cup dopo ben 16 anni (nel 2001 vinse il trofeo in coppia con Martina Hingis), fa coppia con la giovane connazionale Belinda Bencic.  

Nel frattempo Roger Federer è "caduto" al 16esimo posto nella classifica ATPLink esterno.

Cos'è la Hopman Cup?

La Hopman CupLink esterno è un torneo annuale di tennis a squadre, divise per nazioni, che si tiene all'inizio di gennaio in Australia. A differenza della Coppa Davis, la Hopman Cup prevede squadre nazionali miste. Sono selezionate ogni anno otto nazioni, che competono ognuna con una squadra formata da un giocatore e una giocatrice. Ogni incontro è dato da un singolare femminile, un singolare maschile e un doppio misto. Le otto squadre sono ripartite in due gironi da quattro squadre con formula all'italiana. Le prime di ogni girone si sfidano nella finale.

L'Australia è il team campione in carica: nella scorsa edizione Daria Gavrilova e Nick Kyrgios - in gara anche quest'anno - firmarono il successo aussie (a 17 anni dalla prima volta) superando in finale l'Ucraina di Elina Svitolina ed Alexander Dolgopolov, assente in questa edizione. 

La nazione più vincente in Hopman Cup sono gli Stati Uniti con 7 trofei, l'ultimo dei quali conquistato nel 2011, davanti alla Spagna con 4 titoli.


Le leggende del tennis mondiale


Contenuto esterno


Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.