Covid-19 Delle aziende vogliono vaccinare i loro collaboratori

centro vaccinale

Centri vaccinali sono sorti un po' dappertutto in Svizzera, ma per stare al passo potrebbero non bastare.

Keystone / Anthony Anex

Il numero di dosi di vaccino contro la Covid-19 a disposizione dovrebbe fortemente aumentare nelle prossime settimane. Per stare al passo, nasce l'idea di centri di vaccinazione di ditte private.

Per rispettare il calendario vaccinale, i Cantoni dovrebbero somministrare in primavera circa 90'000 dosi quotidiane; poi in giugno si passerebbe a 130'000, stando ai calcoli presentati dalla SonntagsZeitung. Oggi, sono iniettate invece circa 20'000 dosi al giorno.

Questa accelerazione nella somministrazione di vaccini rischia di creare non poche difficoltà alle autorità sanitarie cantonali. Per stare al passo, è così nata l'idea di centri di vaccinazione organizzati da aziende private.

L'Ufficio federale della sanità pubblica non è contrario all'idea: "Nel quadro delle loro campagne, i Cantoni possono decidere se dei medici aziendali possono vaccinare i dipendenti di una società", riporta il domenicale.

Nel Cantone Zurigo, un'azienda - la Wacker Neuson - intende liberare un capannone per trasformarlo in centro di vaccinazione per i suoi 175 collaboratori e i loro famigliari, ovvero circa 500 persone in tutto.

Stando a quanto scrive la NZZ am Sonntag, la ditta zurighese non è l'unica: la multinazionale farmaceutica Roche e la banca Credit Suisse stanno starebbe pure valutando questa idea.

tvsvizzera.it/mar con RSI (TG del 15.3.2021)

Parole chiave