Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Decisione controversa Nuovo regole per le Ong attive nel Mediterraneo

Oggi i corpi di 11 migranti sono stati trovati su un gommone, carico di uomini donne e bambini, durante una delle due operazioni di salvataggio coordinate dalla centrale operativa della Guardia Costiera davanti alla Libia. E a Roma sono state presentate le nuovo regole per le Organizzazioni non governative attive nel Mediterraneo.

roma

Roma con l'Ue fissa nuove regole per le Ong che sono attive nel Mediterraneo

Sul gommone intercettato dalla Guardia Costiera c'erano altri 167 migranti che sono stati recuperati dall'equipaggio della nave della Ong spagnola Proactiva Open Arms. Un'altra novantina di migranti erano invece a bordo di una piccola imbarcazione, soccorsa dalla nave di Save the Children.

Il gommone era stato avvistato poco prima di mezzogiorno dalla nave della Ong spagnola, che si trovava a ridosso delle acque libiche. 

Poco dopo un secondo tweet. "Abbiamo trovato 167 persone alla deriva e 11 morti, tra loro diverse donne incinte e madri". Al momento non ci sono ulteriori interventi di soccorso in atto e le condizioni del mare sono in peggioramento.

Intanto a Roma tutte le Ong sono state convocate al Viminale Link esternodal ministro dell’Interno Marco Minniti: d’accordo con l’Europa, Roma vuole imporre loro un codice di condotta. Un codice di che prevede 11 punti: dal divieto di entrare in acque libiche per i soccorsi, a quello di non trasferire i migranti su altre navi, all’obbligo di accogliere a bordo ufficiali di polizia giudiziaria. Le Ong dovranno inoltre rendere pubbliche le loro fonti di finanziamento. 

Tutte regole che non sono state accolte di buon grado da diverse Ong.

tvsvizzera.it/fra con RSI

×