Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Danni e disagi Neve di aprile

Incidenti, alberi caduti e traffico interrotto: il ritorno della neve ha causato grossi disagi neverdì mattina a nord delle Alpi. Ad essere toccata è stata principalmente la Svizzera tedesca, con decine di interventi di polizia e pompieri. Ma la neve è caduta anche in Ticino: niente di straordinario.

neve

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La polizia sangallese è stata chiamata a intervenire per decine di piccoli incidenti stradali, la maggior parte dei quali senza feriti. A causa del fondo stradale innevato, sull'autostrada A1 tra San Gallo e Wil si sono registrate molte collisioni, mentre nel capoluogo è stata soppressa la corsa di diversi autobus.

Molti gli incidenti segnalati anche nel canton Berna, con alcuni feriti leggeri. I pompieri sono intervenuti a più riprese pure nei cantoni di Lucerna, Svitto e Zugo per sgomberare carreggiate bloccate da rami o alberi caduti. A Zugo uno spazzaneve all'opera sulla A4 ha preso fuoco, mentre nella regione di Baar (Canton Zugo) un altro è stato centrato da una vettura.

nev

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Nei Grigioni la maggior parte dei passi alpini non era ancora stata aperta. Altri, come lo Spluga e il Lucomagno sono stati chiusi per ragioni di sicurezza. La Romandia è stata meno toccata dal fenomeno meteorologico. La neve si è accumulata solo in altitudine.

tvsvizzera.it/fra con RSI

×