Navigation

Corsa al passaporto rossocrociato

Passaporto svizzero, quanto ti voglio? A Lugano cresce la richiesta di naturalizzazioni, in linea con altre città svizzere. È l'effetto dell'inasprimento della legge, dal 2018 sarà più difficile ottenere la nazionalità rossocrociata.

Questo contenuto è stato pubblicato il 24 luglio 2017 - 19:31
tvsvizzera.it/fra con RSI
Contenuto esterno


La legge sulla cittadinanza riveduta prevede che possa essere naturalizzato chi dispone di un permesso di domicilio, vive in Svizzera da almeno dieci anni ed è integrato. La legge considera integrato chi ha la facoltà di esprimersi in una lingua nazionale, osserva l’ordine e la sicurezza pubblici, rispetta i valori della Costituzione federale, partecipa alla vita economica e incoraggia l’integrazione della propria famiglia. Il candidato alla naturalizzazione deve inoltre avere familiarità con i modi di vivere svizzeri e non deve compromettere la sicurezza interna ed esterna della Svizzera.


Contenuto esterno


Il candidato alla naturalizzazione deve quindi dimostrare il livello di conoscenze linguistiche necessario, ad esempio mediante un relativo attestato. Il Consiglio federale ha pure adeguato la prassi in caso di precedenti penali e di dipendenza dall’aiuto sociale.

Il Consiglio federale ha fissato l’entrata in vigore della legge e dell’ordinanza sulla cittadinanza al primo gennaio 2018.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.