La televisione svizzera per l’Italia

Dagli USA via libera all’acquisizione di Credit Suisse da parte di UBS

Sede federale degli Stati Uniti
L'operazione, mediata dalla Svizzera, deve ricevere la benedizione di diversi operatori antitrust internazionali prima di essere completata. Keystone / Andrew Harnik

Il cda della Federal Reserve ha approvato venerdì l'acquisizione da parte di UBS delle filiali statunitensi del Credit Suisse, eliminando un altro importante ostacolo per il completamento dell'operazione di salvataggio promossa dalla Svizzera.

UBS si è impegnata a fornire alla banca centrale statunitense un piano di attuazione per integrare le proprie attività e operazioni negli Stati Uniti con quelle del Credit Suisse entro tre mesi dalla conclusione dell’operazione, ha dichiarato il Board della Fed in un comunicato. Il piano includerà requisiti più severi, tra cui diversi standard di liquidità, dovuti alle maggiori dimensioni dell’istituto.

La banca centrale statunitense è tenuta a condurre una revisione delle fusioni bancarie quando una banca con oltre 250 miliardi di dollari (223 miliardi di franchi svizzeri) di attività totali acquista azioni con diritto di voto di una società con attività pari o superiori a 10 miliardi di dollari.

UBS aveva richiesto l’approvazione della fusione alla Fed il 22 marzo, ha dichiarato la Fed.

Dopo anni di scandali e perdite, il Credit Suisse, che ha 167 anni, è stato sull’orlo del collasso prima di venire salvato dalla fusione con l’ex rivale UBS, progettata e finanziata dalle autorità svizzere il mese scorso. UBS ha accettato di acquistare Credit Suisse per 3 miliardi di franchi svizzeri (3,3 miliardi di dollari), cifra che è inferiore al suo precedente valore di mercato.

+ Tutti gli ultimi aggiornamenti sulla crisi del Credit Suisse

Le autorità svizzere e UBS si sono date da fare per chiudere l’acquisizione di Credit Suisse entro un mese, nel tentativo di mantenere i clienti e i dipendenti dell’istituto di credito.

All’inizio del mese UBS ha ottenuto un’approvazione temporanea da parte delle autorità antitrust dell’Unione Europea, ma deve ancora ottenere l’autorizzazione in base alle norme UE sulle fusioni. La Banca d’Inghilterra ha approvato l’acquisizione nel Regno Unito, hanno dichiarato a Reuters persone vicine ai responsabili di questa vicenda.

UBS ha dichiarato di aspettarsi che l’operazione crei un’azienda con oltre 5.000 miliardi di dollari di asset totali investiti.

In base all’operazione di acquisizione, i detentori di obbligazioni AT1 del Credit Suisse non riceveranno nulla, mentre gli azionisti, che di solito si collocano al di sotto degli obbligazionisti in termini di remunerazione, riceveranno 3,23 miliardi di dollari.

La Fed sottopone le imprese con più di 700 miliardi di dollari di attività, o con più di 75 miliardi di dollari di attività internazionali, a una supervisione rafforzata, che comprende stress test annuali condotti dall’azienda e maggiori standard di liquidità.

Anche la ministra delle Finanze e il capo della Banca Nazionale a Washington

Venerdì, la ministra delle Finanze svizzero Karin Keller-Sutter ha dichiarato a Washington che “è stato riconosciuto a livello internazionale che la soluzione trovata [dalla Svizzera] ha contribuito a evitare una crisi finanziaria internazionale”. Keller-Sutter si trovava nella capitale statunitense per le riunioni del Fondo Monetario Internazionale e della Banca Mondiale. Ha anche commentato la bocciatura dell’accordo da parte del Parlamento svizzero questa settimana, che secondo lei non avrebbe avuto “alcuna conseguenza” sul completamento dell’acquisizione.

Anche il Presidente della Banca Nazionale Svizzera, Thomas Jordan, ha dichiarato venerdì che le sue controparti hanno accolto con favore la rapida azione del governo svizzero, che ha evitato che la nazione alpina diventasse “il primo domino a cadere in una crisi sistemica”. Per il capo della BNS, l’obiettivo è ora quello di completare con successo la fusione delle due banche: “Solo questo creerà la stabilità necessaria”, ha detto. A quel punto, le leggi sulle banche “too big to fail” (troppo grandi per fallire) potranno essere riviste e aggiornate sulla base dell’esperienza maturata in questa occasione.

Attualità

Partecipanti al Pride di Zurigo.

Altri sviluppi

In ventimila al Pride di Zurigo

Questo contenuto è stato pubblicato al "Libero sotto ogni aspetto - da 30 anni". Sotto questo motto si è tenuto oggi con la partecipazione di 20'000 persone il Pride di Zurigo.

Di più In ventimila al Pride di Zurigo
Manifestanti a Parigi.

Altri sviluppi

La Francia scende in piazza contro l’estrema destra.

Questo contenuto è stato pubblicato al Sabato diverse migliaia di persone hanno manifestato in Francia per invocare una rivolta "repubblicana" contro l'estrema destra, che potrebbe salire al potere nelle elezioni parlamentari anticipate del 30 giugno e del 7 luglio.

Di più La Francia scende in piazza contro l’estrema destra.
La foto di rito di tutti i leader presenti al G7 con al centro Papa Francesco.

Altri sviluppi

Un Papa per la prima volta al vertice del G7

Questo contenuto è stato pubblicato al Per la prima volta di un Pontefice partecipa a questo vertice. L'accoglienza è calorosa non solo da parte della premier italiana Giorgia Meloni - "è un momento storico, non ringrazierò mai abbastanza Sua Santità per essere qui" - ma da tutti i Grandi della Terra.

Di più Un Papa per la prima volta al vertice del G7
Raphael Glucksmann.

Altri sviluppi

In Francia la sinistra si unisce per combattere l’estrema destra

Questo contenuto è stato pubblicato al Raphael Glucksmann che ha rilanciato il Partito socialista con il suo movimento Place Publique ritiene che l'unico modo per fermare il Rassemblement National sia la craezione di un'unione di sinistra.

Di più In Francia la sinistra si unisce per combattere l’estrema destra
Una postina svizzera.

Altri sviluppi

Per risparmiare la Posta consegnerà lettere e pacchi in ritardo

Questo contenuto è stato pubblicato al Per risparmiare il Consiglio federale propone che solo il 90% delle lettere e dei pacchi venga consegnato per tempo dalla Posta. Inoltre, si vuole abolire l'obbligo di consegna nelle case abitate tutto l'anno.

Di più Per risparmiare la Posta consegnerà lettere e pacchi in ritardo
La cascata della Piumogna a Faido.

Altri sviluppi

Attenti al fiume Ticino e alle sue possibili improvvise piene

Questo contenuto è stato pubblicato al La portata del fiume Ticino e dei suoi affluenti in Leventina, tra Airolo e Personico, potranno subire delle importanti variazioni durante l’intero arco delle 24 ore. L'Azienda elettrica ticinese invita la popolazione alla prudenza. 

Di più Attenti al fiume Ticino e alle sue possibili improvvise piene

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Se volete segnalare errori fattuali, inviateci un’e-mail all’indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR