Navigation

Un museo su due in Svizzera riapre le porte

In un primo tempo la riapertura sarebbe dovuta avvenire l'11 giugno. Poi il Governo ha modificato i piani. Quasi la metà dei musei ha colto l'occasione.

Questo contenuto è stato pubblicato il 12 maggio 2020 - 21:30
tvsvizzera.it/mar con RSI (TG del 12.5.2020)
Chissà, forse tra qualche anno questo cartello sarà annoverato tra le opere d'arte. Keystone / Georgios Kefalas

Essendo generalmente chiusi il lunedì, la ripresa delle attività normali - per modo di dire - dei musei è avvenuta martedì.

Stando a un sondaggio della fondazione Passaporto Musei SvizzeriLink esterno, il 45% ha deciso di riaprire appunto oggi, interamente o in parte. Questi musei hanno già anticipato l'attuazione del piano di protezioneLink esterno, che prevede, ad esempio, un numero limitato di persone: una ogni 10 m2.

Gli altri apriranno invece in giugno, come previsto in un primo tempo nel piano di deconfinamento del Governo.

Come ci si poteva aspettare, in questo primo giorno di apertura non c'era folla nei musei.

La Radiotelevisione Svizzera si è recata al Kunstmuseum di Basilea, di nuovo accessibile al pubblico, e al museo Burghalde di Lenzburg, nel cantone Argovia, che invece riaprirà con una nuova esposizione sul tema del sapone solo tra quattro settimane.

Contenuto esterno


Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.